Home Storie Racconti di genitori

Placenta previa e accreta, una gravidanza difficile ma andata bene

di mammenellarete - 14.06.2024 - Scrivici

placenta-previa-e-accreta
Fonte: Shutterstock
Mamma Teresa ci racconta della sua gravidanza difficile affrontata con una placenta previa e accreta e un diabete gestazionale

In questo articolo

Placenta previa e accreta

Il mio bimbo è arrivato in punta di piedi, quando meno ce l'aspettavamo, un meraviglioso arcobaleno dopo un aborto interno e conseguente raschiamento.
Eravamo felici, ma abbiamo vissuto questa gravidanza con molta ansia e non senza motivo. I primi due mesi li ho passati a letto per un lieve distacco di placenta, il dottore mi disse che all' inizio poteva capitare, quindi superato il terzo mese tiriamo il primo respiro di sollievo.
Alla morfologica mi hanno diagnosticato la placenta previa marginale dicendomi, però, che poteva risalire man mano con la crescita dell'utero, ma che se ciò non avveniva entro la 30ma settimana avrei dovuto partorire con cesareo.
OK, mi dico, pazienza, l'importante è che il piccolo stia bene...

La scoperta del diabete gestazionale

Dopo una settimana altra batosta: diagnosi di diabete gestazionale per un solo valore leggermente al di sopra. Per fortuna, sono riuscita a tenere sotto controllo la glicemia con la sola dieta.
In ogni caso, ho trascorso 4 mesi tra letto e divano perché la placenta non è mai salita quanto doveva ed il ginecologo mi ha programmato il cesareo per la 38a settimana, allertandomi sulla possibilità di emorragie ed invitandomi a non rimanere mai sola.

Il giorno del cesareo è stato insieme il piú bello ed il piú brutto della mia vita: avevano preparato le sacche di sangue per eventuali trasfusioni e mi avevano avvisato della possibilità che la placenta, oltre che previa, fosse accreta e, quindi, nel caso, avrebbero dovuto togliermi l' utero.
Ringrazio Dio perchè oggi stringo tra le braccia il mio cucciolo e non è accaduto nulla di quello che mi avevano prospettato.
La mia non è stata una gravidanza facile, come quella di molte altre donne, ma n'è valsa assolutamente la pena. Forza donne, forza mamme.

TI POTREBBE INTERESSARE