Home Storie Racconti di genitori

Papà in sala parto

di mammenellarete - 21.10.2013 - Scrivici

papa-neonato.180x120
Era la sera del 30/05/2013... Era tutta la giornata che avvertivo delle piccole perdite liquide, avevo anche fatto un tracciato di controllo, finito il quale l'ostetrica mi disse: "Chissà, magari stanotte si decide a nascere la birbantella" Eh sì, monellina per davvero! Era dal quarto mese che voleva nascere e adesso che era giunto il termine non ne voleva sentire di venire alla luce. Mi aveva fatto persino lo scherzo del falso travaglio giusto 4 giorni prima... Comunque la sera, dopo aver cenato a casa di mia madre io e mio marito, lo era già da 5 mesi, ce ne tornammo a casa nostra tranquilli. Ricordo che stavamo guardando in tv "The voice" quando ecco uno strano botto. Mi alzai dal letto e vidi che colavo copiosamente. Mio marito mi guardò e mi disse: "Non sono pronto". Ma stavolta c'eravamo. Ginevra Benedetta stava per arrivare. Ci vestimmo, andammo a prendere mia madre e andammo in clinica. Erano le 23:00. Mi ricoverarono e appurarono che le acque si erano rotte: adesso era questione di tempo. Dissero a mio marito di andare tranquillamente a casa perché c'era tempo. Se tutto fosse andato bene, l'indomani pomeriggio sarebbe diventato padre... Mi salutò e lì ebbi paura, una paura che non capii... Lui uscì dalla porta e io mi lasciai andare al pianto più impaurito della mia vita. Mia madre mi stava vicina cercando di rassicurarmi che tutto sarebbe andato per il meglio. Iniziarono le contrazioni, il dolore mi squarciava in due... gridai per tutta la notte... Alle 9 del mattino finalmente i medici mi dissero che potevamo andare in sala parto: c'eravamo quasi, ma mio marito non era ancora lì... e io che per tutta la notte avevo desiderato sbrigarmi, ecco che adesso avrei voluto che il dolore continuasse fino a quando lui non arrivasse... Mi accompagnarono in sala parto. Ero sola con i medici. Non fecero entrare neanche mia madre. Cominciai a piangere, poi d'un tratto tutto cambiò... Sentii l'infermiera dire:"Lei è il marito!???" (LEGGI ANCHE: PAPA' IN SALA PARTO, LA MIA ESPERIENZA) Era arrivato, adesso ero pronta, lui era lì con me. Avevamo immaginato questo momento per giorni, mesi... Gli avevo detto che probabilmente lo avrei riempito di parolacce e invece quando lo vidi varcare la porta della sala parto, l'unica cosa che mi venne da dire fu:"Ti amo!" Ed era vero, lo amavo come non mai. Lo amavo perché stava con me da 8 anni e mezzo, perché mi aveva sposata, perché mi amava, perché mi aveva dato la gioia più grande... avere una figlia! E adesso era lì, vicino a me, in silenzio a tenermi la testa... Ricordo quando l'ostetrica gli disse: "Papà si vede la testa... vuoi vedere???" Fu così che vide nascere nostra figlia.. .e alla vista di quella piccola bambolina mi disse:"Ce l'abbiamo fatta! Ce l'hai fatta!!!" Fu quello il momento più bello di tutta la mia vita... Amo mio marito e condividere con lui l'esperienza unica del parto è senza dubbio una cosa che ci ha legato ancora di più... senza di lui non ce l'avrei fatta!!! Ginevra Benedetta è nata il 31/05/2013 alle ore 11:00. Da quel momento la mia vita è un sogno!!!

a la sera del 30/05/2013... Era tutta la giornata che avvertivo delle piccole perdite liquide, avevo anche fatto un tracciato di controllo, finito il quale l'ostetrica mi disse: "Chissà, magari stanotte si decide a nascere la birbantella"

 

Eh sì, monellina per davvero! Era dal quarto mese che voleva nascere e adesso che era giunto il termine non ne voleva sentire di venire alla luce. Mi aveva fatto persino lo scherzo del falso travaglio giusto 4 giorni prima...

 

Comunque la sera, dopo aver cenato a casa di mia madre io e mio marito, lo era già da 5 mesi, ce ne tornammo a casa nostra tranquilli.

 

Ricordo che stavamo guardando in tv "The voice" quando ecco uno strano botto. Mi alzai dal letto e vidi che colavo copiosamente. Mio marito mi guardò e mi disse: "Non sono pronto". Ma stavolta c'eravamo. Ginevra Benedetta stava per arrivare.

 

Ci vestimmo, andammo a prendere mia madre e andammo in clinica. Erano le 23:00.

 

Mi ricoverarono e appurarono che le acque si erano rotte: adesso era questione di tempo. Dissero a mio marito di andare tranquillamente a casa perché c'era tempo. Se tutto fosse andato bene, l'indomani pomeriggio sarebbe diventato padre...

 

Mi salutò e lì ebbi paura, una paura che non capii...

 

Lui uscì dalla porta e io mi lasciai andare al pianto più impaurito della mia vita. Mia madre mi stava vicina cercando di rassicurarmi che tutto sarebbe andato per il meglio.

 

Iniziarono le contrazioni, il dolore mi squarciava in due... gridai per tutta la notte...

 

Alle 9 del mattino finalmente i medici mi dissero che potevamo andare in sala parto: c'eravamo quasi, ma mio marito non era ancora lì... e io che per tutta la notte avevo desiderato sbrigarmi, ecco che adesso avrei voluto che il dolore continuasse fino a quando lui non arrivasse...

 

Mi accompagnarono in sala parto. Ero sola con i medici. Non fecero entrare neanche mia madre. Cominciai a piangere, poi d'un tratto tutto cambiò...

 

Sentii l'infermiera dire:"Lei è il marito!???"

 

(LEGGI ANCHE: PAPA' IN SALA PARTO, LA MIA ESPERIENZA)

 

Era arrivato, adesso ero pronta, lui era lì con me.

 

Avevamo immaginato questo momento per giorni, mesi...

 

Gli avevo detto che probabilmente lo avrei riempito di parolacce e invece quando lo vidi varcare la porta della sala parto, l'unica cosa che mi venne da dire fu:"Ti amo!" Ed era vero, lo amavo come non mai. Lo amavo perché stava con me da 8 anni e mezzo, perché mi aveva sposata, perché mi amava, perché mi aveva dato la gioia più grande... avere una figlia! E adesso era lì, vicino a me, in silenzio a tenermi la testa...

 

Ricordo quando l'ostetrica gli disse: "Papà si vede la testa... vuoi vedere???"

 

Fu così che vide nascere nostra figlia.. .e alla vista di quella piccola bambolina mi disse:"Ce l'abbiamo fatta! Ce l'hai fatta!!!"

 

Fu quello il momento più bello di tutta la mia vita...

 

Amo mio marito e condividere con lui l'esperienza unica del parto è senza dubbio una cosa che ci ha legato ancora di più... senza di lui non ce l'avrei fatta!!!

 

Ginevra Benedetta è nata il 31/05/2013 alle ore 11:00. Da quel momento la mia vita è un sogno!!!

 

di Diana

 

(storia arrivata per email a redazione@nostrofiglio.it)

 

Ti potrebbe interessare:

 

Papà in sala parto

 

Leggi anche Insieme in sala parto e Papà del terzo Millennio

 

Fai il test Che papà sei?

 

Vuoi conoscere altri genitori? Iscriviti subito alla community

 

Vuoi scriverci la tua storia? Mandala a redazione@nostrofiglio.it

 

articoli correlati