Home Storie Racconti di genitori

Non pensarci!

di mammenellarete - 23.06.2008 - Scrivici

famiglia.180x120
da redattrice self-service Uno dei casi cinematografici dell'anno è “Non pensarci!”, primo film di successo di Gianni Zanasi. Film divertente, con molte battute a raffica, nonostante i temi anche seri, come la crisi economica di una famiglia, un divorzio, molte crisi personali a tutti i livelli: figli, madri, ecc...un po' di soggetti strani a cui la provincia ha fuso il cervello. Ci sono funerali, incidenti, ma nonostante tutto ciò si continua a sorridere, anche grazie a una spettacolare colonna sonora e un ottimo montaggio tra musica e immagini, in fin dei conti la storia che narra è quella di un chitarriste rock, no?

Penso che per far capire il tono del film sia molto illuminante la dichiarazione del regista:
Ho paura che questo non sia un film Rigoroso. In effetti qui si parla di cani e di sgommate, si vomita due volte, prima il figlio poi il padre, ci si innamora facendo a gara di rutti sotto gli archi di un’antica pescheria, si dichiara il fallimento di una vita sugli autoscontri di un luna park, si sorride davanti alla lapide di un padre, si manda a fare in culo i delfini, si corre in mezzo alla strada per fare un record, si fanno conserve di pomodori, ci si suicida e con lo stesso slancio ci si bacia. Ad essere proprio sinceri sinceri, chi aveva tempo per essere Rigorosi?
Io guardandolo ho pensato proprio a questo: quando la crisi ti avvolge e ti sembra che non ci sia soluzione “Non pensarci!” anche solo per qualche ora, prenditi una pausa e non pensarci. Una delle scene clou e quella in cui tutto sembra compromesso per la famiglia: la fabbrica in chiusura se non si trovano finanziamenti, gli operai che manomettono per protesta le catene di montaggio. E allora ognuno proprio in quel momento, si rintana in qualche momento di tranquillità appunto per “non pensarci”: il fratello maggiore Battiston si dedica al suo amore impossibile “traviato”, la sorella Caprioli si dedica ai suoi delfini, Mastrandea fa i suoi esperimenti con il contachilometri di Riccione, la mamma si dedica ai suoi corsi “per star bene” e il papà al suo amatissimo golf. E poi tutto per magia o solo perchè siamo in un film si risolve...
Certo nella vita reale non è sempre così, ma in questo inizio luglio, se il caldo stressa voi e il vostro bambino, se il vostro compagno e papà è poco solidale perchè in ufficio si è rotta l'aria condizionata, se i nonni vi hanno abbandonato per la scopetta con gli amici, e le feste di paese a Sperlonga; NON PENSATECI mamme e veniteci a trovare a Riccione (anche con papà) anche solo per un giorno al Raduno della mamme (www.radunodellamamma.it). Lì ci siamo noi con le nostre riprese e attività, ci sono gli stand con i regali per grandi e piccini, ci sono le mamme con cui condividere esperienze e sfoghi, ci sono inoltre proprio i delfini di “non pensarci!”, e cosa volete di più? La nostra/vostra famiglia Addams vi aspetta...proprio come quella del film. Il conto alla rovescia è iniziato (1-5 luglio...).


la famiglia del film "Non pensarci"

TI POTREBBE INTERESSARE