Home Storie Racconti di genitori

Non era il momento giusto per avere un figlio. Ma da sola scelsi di portare avanti la gravidanza

di mammenellarete - 24.05.2017 - Scrivici

pregnant-216160_960_720.600
Ci conoscevamo da soli tre mesi, avevamo problemi famigliari e lui era ancora all'università. Insomma non era il momento giusto per avere un figlio. Ma io capii che non potevo abortire. Scelsi di andare avanti e fu la scelta giusta. 

Ci siamo conosciuti quattro anni fa. Lui aveva 19 anni e io 26. Ma solo dopo tre mesi rimasi incinta (avevo preso anche la pillola del giorno dopo, ma senza risultati).

Mio padre era morto da poco e io ero in uno stato depressivo; il mio ragazzo, invece, aveva appena scoperto che suo padre aveva un tumore maligno!

Insomma non era il momento ideale per un figlio. E infatti il mio compagno la prese malissimo. Mi implorava e supplicava di pensare alla nostra situazione: non ci conoscevamo ancora bene, lui andava all'università e io ero senza lavoro.

E onestamente, pur avendo 26 anni, nemmeno io mi sentivo pronta a diventare madre.

Spesso mi ero detta che se fossi rimasta incinta avrei abortito e invece dentro di me qualcosa era cambiato! Così ho preso da sola la decisione di tenere il bambino e lui mi lasciò, dicendo che non era pronto ad avere una famiglia, nonostante mi amasse moltissimo.

Io lo capivo perfettamente, un ragazzino alle prese con la scuola e il divertimento, il padre malato con tutto quello che comportava: un figlio non era proprio il caso!

A dir la verità non ero pronta nemmeno io, piangevo ogni giorno e anche se mi vergogno a dirlo per mesi non ho accarezzato il pancino, solo a volte mi rivolgevo al bambino dicendo "cosa mi stai facendo fare". Io ho sempre lottato per tenerlo anche se una parte di me non avrebbe voluto mai essere incinta ma avevo visto poco prima la morte con gli occhi, non potevo uccidere mio figlio!!

Leggi anche: Incinta a 18 anni: "Orgogliosa di essere riuscita a portare avanti la gravidanza anche senza lui"

Il mio ragazzo sparì per qualche mese, anche se ogni tanto si faceva vedere ma per me, non per io bambino. Io gli davo tempo.

Morale? Dopo la morfologica ha capito cosa sono io per lui e cosa è nostra figlia per noi . Dal primo momento che ha cambiato idea è stato un compagno e un padre veramente unico!

Stiamo insieme da quattro anni, abbiamo superato mille ostacoli, ma siamo qui con tutto quello che desideravamo senza saperlo. Non avrei mai pensato che esistesse un amore cosi forte da far cambiare totalmente il modo di vedere la vita e di pensare . Mi sento di dire a tutte le donne di prendere le precauzioni se non si vogliono dei figli, perché se ci sei dentro poi è veramente difficile fare delle scelte.

Io sono stata fortunata alla fine che il mio compagno è rimasto con me, ma ho rischiato di non averlo. E sapete che vi dico? Avrei sofferto, quello sì, ma vedere mia figlia crescere è una cosa meravigliosa non avrei mai immaginato esistesse amore cosi forte da cambiare una persona. Lei ci ha salvati e ci ha resi migliori.

Fate quello che vi sentite, poi tutto viene da sé, un figlio male non fa!!!

Storia di una mamma editata dalla redazione.

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati