Home Storie Racconti di genitori

Milano, vietato allattare alla Pinacoteca di Brera

di mammenellarete - 14.04.2010 - Scrivici

brera_590.180x120
Un anno fa, ci si era messo Facebook ad ostacolare l'esibizione della più antica e naturale delle pratiche, l'allattamento. Il popolare social network nel gennaio del 2009 aveva, infatti, censurato tutte le foto che ritraevano mamme intente ad allattare i propri piccoli, ritenendo le immagine "oscene e sessualmente esplicite". L'accadduto, come vi avevamo a suo tempo raccontato, aveva non poco scandalizzato la maggioranza delle donne iscritte alla piattaforma e non solo, tanto da generare un'immensa ondata di proteste, sia on che off line. La notizia analoga di oggi, riportata da Corriere.it, riguarda invece le protagoniste di una video-installazione di Mario Bellini alla Pinacoteca di Brera di Milano.

Secondo la soprintendente e direttrice Sandrina Bandera, l'allattamento naturale sarebbe sconveniente se praticato all'interno della Pinacoteca anche se molte delle sale espongono capolavori che ritraggono Madonne intente proprio ad allattare il proprio figlio. Alcune mamme con neonato in braccio, protagoniste della video installazione - realizzata nell’ambito della mostra del Cosmit «Tutti a tavola!», che inaugura il Salone del Mobile 2010 – sono state tenute sotto controllo dai custodi della Pinacoteca.

L'evento-mostra «Tutti a tavola!» consiste di un percorso multisensoriale tra quadri, videoinstallazioni, musiche, profumi di cibi e vivande, per far dialogare tra loro alcuni dei capolavori custoditi alla Pinacoteca di Brera e alla Galleria d'arte moderna di Villa Reale con opere di artisti contemporanei come Peter Greenaway, Ermanno Olmi, Vanessa Beecroft, Robert Wilson. Il tutto incentrato sul tema della convivialità e dello stile italiano.

Ed è in questa cornice che Mario Bellini ha deciso di mettere in relazione, a Brera, i quadri rinascimentali di Madonne con bambino con video raffiguranti mamme di culture e religioni diverse riprese mentre allattano il proprio figlio, ma a quanto pare l'intento artistico non è stato apprezzato proprio da una importante rappresentante degli addetti ai lavori (peraltro donna!) come la dottoressa Bandera. Che ne dite mamme?

Foto di mbeo

articoli correlati