Home Storie Racconti di genitori

Mi ha tradito e si è comportato molto male. Eppure io lo amo ancora

di mammenellarete - 20.09.2017 - Scrivici

ragazza.600
Fonte: Pixabay
Mi ha confessato di avermi tradito e di fare uso di sostanze stupefacenti. Io continuo a torturarmi psicologicamente e a chiedermi perché gli ho dato così tanta fiducia. Abbiamo anche una bimba di 2 anni. Ora sinceramente sono confusa, l'unica cosa di cui sono certa è che lo amo e a volte mi odio per questo. 

sono fidanzata da quasi quattro anni con un ragazzo. Abbiamo una bimba di due anni. Tre mesi fa andai in vacanza per una settimana e lui rimase a casa perché aveva le ferie solo ad agosto.

Dopo quattro giorni di vacanza ricevetti una chiamata da lui. Durante la telefonata, mi confessò di avermi tradito: si era portato una collega a letto, per provare la sensazione di andare con un'altra. Io andai da subito nel panico totale e stetti davvero molto, ma molto male.

Non finì qui. Una volta tornata dalle vacanze, mi raccontò altri episodi: mentre io ero incinta, lui aveva pagato una escort, dicendomi anche che era stata una brutta esperienza, perché non era nemmeno riuscito a raggiungere il suo scopo.

Mi narrò addirittura altre cose terribili: spesso ricorreva al sesso virtuale. Ma non solo questo. La peggiore di tutte è che faceva uso di sostanze stupefacenti. Recentemente mi ha detto anche che si è reso conto che sta diventando una persona che non è e che vuole mettere tutto apposto ed essere un uomo di famiglia leale e maturo.

Il problema è che io ho 22 anni, non lavoro da quando sono rimata incinta, in più non posso contare su nessuno. In poche parole, sono 'costretta' a stare con lui. Ho paura di stare male ancora a lungo e non riesco a smettere di pensare che sto con un uomo che in realtà ha due personalità... anche se lui adesso dice che non è così e che è cambiato.

Mi continuo a torturare psicologicamente, chiedendomi perché mi sono fidata di lui così tanto, perché non mi sono mai accorta di tutto ciò. Mi domando perché sia accaduto a me: io non merito tutto questo male. Ho rinunciato alla mia indipendenza per la nostra famiglia e questo è il ringraziamento...

Ora sinceramente sono confusa, l'unica cosa di cui sono certa è che lo amo e a volte mi odio per questo. Penso a come sia possibile che, dopo quello che mi ha fatto, io lo ami ancora e lo desideri. Quando provo desiderio per lui, faccio il contrario, inizio a dirgli tante cose brutte e iniziamo a litigare. Non so come affrontare la situazione.

Ps. Lui va dallo psicologo, ho fatto anche io una seduta, ma non mi sento a mio agio a parlare con il suo psicologo. Io adesso non posso permettermi di pagare una persona specializzata che mi aiuti.

di una mamma

(storia arrivata alla mail redazione@nostrofiglio.ti ed editata dalla redazione)

Leggi anche le storie:

Dopo la separazione ho ritrovato la felicità

Io italiana, lui marocchino, l'amore non conosce differenze della pelle

Al suo secondo tradimento ho urlato basta

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati