Home Storie Racconti di genitori

Mamma Simona: vivere con una mamma che scrive

di mammenellarete - 20.08.2009 - Scrivici

mamma_scrittrice_big.180x120
Come è cominciata la storia di Mamma Simona, una donna scrittrice che è anche mamma?

Ecco che si racconta!

 


Soffoco nella gola un grido belluino.
I piccoli dormono ancora e non è il caso di svegliarli con le mie intemperanze. Non ora che mi sono alzata faticosamente all’alba per scrivere con un po’ di calma.
Ho preso il primo caffè, ho guardato dal balcone il sole estivo che, imperioso, si faceva spazio nella foschia mattutina, ho ascoltato deliziata il canto degli uccellini. Poi, con animo finalmente zen, sono entrata nello studio, il regno dei miei incantesimi di parole.

 

E’ stato lì che la pace interiore si è dissolta come un pupazzo di neve ai primi raggi di sole. La mia candida tastiera era stata contaminata da orride macchie nerastre: un virus? Neanche per sogno, piuttosto cioccolata fondente, di quella bella untuosa, difficile da togliere con i mezzi a me noti. L’impronta digitale della criminale era ben visibile sullo schermo: una manina cioccolatosa taglia nove anni.

 

Questa volta Sofia ha infranto tutte le regole:

 

1) non mangiare cioccolata di notte
2) non mangiare la MIA cioccolata fondente
3) non toccare il MIO computer, né di notte né di giorno
4) non consumare cibo nel MIO studio
5) non usare alcun computer presente in casa da sola
E non continuo l’elenco perché contiene almeno altre 53 voci.

 

Mi dirigo verso la stanza dei ragazzi, convinta che infrazioni così gravi e numerose meritino una punizione esemplare.
Apro la porta e li guardo dormire nella penombra: Xanthos di tre anni e l’autrice delle macchie “indelebili”. Ieri siamo stati al mare, fa caldo così dormono scoperti e in mutande: abbronzati e coi visetti lucidi, splendenti nel buio, sembrano statue di bambini addormentati nel mondo delle favole. Quale essere alieno ha deposto in casa mia creature così perfette?

 

Commossa rinuncio alla punizione, pur sapendo che cambierò idea non appena si saranno svegliati.
D’altronde, anch’io ho le mie colpe.

 

Mio marito dice che vivere con una moglie che scrive è così difficile da essere, a volte, impossibile.
Per i bambini non dev’essere così diverso.

 

Mentre mi do da fare attorno al mio computer con cotone idrofilo e alcol, ripenso al mio passato…

 

Simona Castiglione

Storie senza fine

 

Come concialiate le passioni con il ruolo di madre? Le nostre mamme ne discutono sul forum!

 

articoli correlati