Home Storie Racconti di genitori

Lui ha un figlio e una moglie. Ma mi ama

di mammenellarete - 23.08.2017 - Scrivici

donnatriste.600
Fonte: Di Antonio Guillem / shutterstock
Sono cresciuta in una famiglia dove i soldi sono più importanti di qualsiasi cosa. Più di baci o abbracci.  A 20 anni conosco un ragazzo, me ne innamoro e così prendo un po' di respiro! A 25 ci sposiamo, ma scopro anche di non poter avere figli. La vita continua tra altri e bassi fino a quando non conosco lui... un collega. Dopo 12 anni insieme, tradisco mio marito. Mi sento una stronza, però finalmente ho l'amore. Per quanto però?

Se dovessi raccontare la mia vita in breve, potrei riassumerla con una sola parola, triste!

Sono cresciuta in una famiglia dove i soldi sono più importanti di qualsiasi cosa. Ho avuto tutto quello che di materiale si può avere, ma non ho ricordo di un abbraccio o un bacio dai miei.

A 12 anni mi hanno mandata a lavorare, la mattina studiavo e la sera lavoro. Niente amici, niente uscite, niente adolescenza spensierata.

Negli anni ho alternato periodi di bulimia e anoressia!

A 20 anni conosco un ragazzo, me ne innamoro e così prendo un po' di respiro! A 25 ci sposiamo, ma scopro anche di non poter avere figli. L'ho sempre amato tanto da parlare solo e soltanto di lui. Vivevo di lui e per lui, ma lui non era il tipo da grandi discorsi o da dirmi ti amo. Non era un tipo da sognare ad occhi aperti, ma un tipo che proprio non sogna manco quando dorme.

Purtroppo il lavoro scarseggia e i miei dopo avermi sfruttata per anni, mi danno un bel calcio nel sedere perché ho solo scoperto che mia sorella rubava in casa e voleva portarsi a letto mio marito, quindi cerchiamo fortuna lontano da casa.

I primi mesi vanno un po' così... e lui sempre più distante! Tutto ciò fino a che cambio lavoro e conosco il mio collega! Ho resistito, ho fatto finta di nulla, ho fatto finta di non sentire, ma lui si è messo davanti a me dicendomi: "Ti amo!"

Lui, sposato, con rapporti tesissimi con lei e con un figlio!

Mi ha detto tutto di lui, parlato del passato e del presente! Ci siamo capiti, ascoltati e innamorati. Ammetto che ho tradito mio marito, dopo 12 anni, dopo che a lui dovevo tutto!

Decide di tornare a casa e io prendo la decisione di restare qua, di non lasciare questo posto. Gli ho detto: "Mi spiace, ma non posso, sii felice".

Lui credo che non voglia comprendere, nonostante sia stata chiara. Con l'altro invece è una favola a metà.... vorrebbe mollare tutto ma non può per il figlio.

L'ho visto piangere per me, l'ho visto correre a casa per darmi un bacio.

L'ho visto mettermi tra le mani un test di gravidanza e dirmi che farebbe qualsiasi cosa per avere un figlio. Ma purtroppo non può ancora fare niente!

Mi sento una stronza, da una parte un matrimonio finito, anche se alla fine era finito da tempo e non volevamo ammetterlo.

Da una parte stupida perché un amore così non può durare per sempre e io non posso avere un amore alla luce del sole, dall'altra sono felice di essere amata, di avere un briciolo di amore nella mia vita!

anonima

(storia arrivata a redazione@nostrofiglio.it)

Leggi anche: per mesi sono stata l'amante di un uomo sposato e storia di un divorzio

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati