Home Storie Racconti di genitori

Lettera a cuore aperto a Luigi, il bimbo lasciato a Bari dai suoi genitori

di mammenellarete - 20.07.2020 - Scrivici

luigi
Fonte: shutterstock
Ho scritto questa lettera con il cuore, perché ti stingo forte. Abbraccio te, Luigi, e i tuoi genitori. Solo loro sanno il dolore e la fatica di prendere la decisione di non poter crescere un figlio.

Ciao piccolino,

hai solo dieci giorni e già tutta Italia parla di te. Di te sappiamo solo che avevi una tutina a righe, che stai bene e poco più. Ma la cosa più importante è che i tuoi genitori  ti ameranno per sempre. Te lo hanno scritto loro. In un bigliettino insieme al tuo nome, Luigi. Prima di lasciarti a Bari, nella culla termica della chiesa di San Giovanni Battista. E io ci credo che ti ameranno per sempre. Ti hanno amato dal primo istante. E ti hanno amato anche quando hanno scelto di lasciarti lì, in una culla termica. Il gesto d'amore estremo nell'angoscia più assoluta.

Quando ho letto sul giornale la notizia del tuo ritrovamento mi si è spezzato il cuore. Per te, piccolino caro, ma anche per i tuoi genitori. Per la tua mamma, che ti ha portato dentro di sé per nove lunghi mesi. Che dalla scoperta del tuo arrivo chissà quali pensieri ha avuto. Quali preoccupazioni. Quali angosce, ansie. Per il tuo papà. Chi lo sa, magari è stato lui a scriverti il bigliettino con cui ti hanno trovato.

Non è facile prendere la decisione che i tuoi genitori hanno dovuto prendere per te. 

Non sei stato lasciato appena nato. Hai vissuto con loro per dieci giorni. Dieci giorni che si aggiungono ai nove mesi di gravidanza. Che hanno fatto pensare, maturare e scegliere che la tua vita sarebbe stata migliore senza di loro. Che pensiero terribile da covare nella propria mente. Che hanno portato a darti un bellissimo nome, Luigi. Un nome da combattente, un nome glorioso.

E' questa l'Italia che dovrebbe proteggere le famiglie e i bimbi? Che porta una famiglia a dover rinunciare alla parta più bella della propria vita? Che porta a dover rinunciare al proprio bimbo?

Ti auguro tutto il bene di questo mondo, piccolo, dolce e indifeso Luigi. Abbraccio stretto stretto te, ma ancora più forte i tuoi genitori.

Che non si sentano colpevoli per quello che hanno fatto. Che non si sentano accusati dai leoni da tastiera e dalle critiche facili del web. Hanno preso una decisione sofferta, ma come gesto di amore estremo. Nel loro dolore sono con loro e anche con te, piccolino caro.

Che tu possa trovare presto una famiglia che ti accoglierà a braccia aperte. E che tu non abbia mai il dubbio di non essere amato. Sarei amato il doppio. Dai tuoi nuovi genitori e dai genitori che ti hanno messo al mondo. Che con il loro cuore e i loro occhi ti veglieranno da lontano.

A te, dolce, piccolo Luigi, il mio abbraccio più forte,

Una mamma

Neonato lasciato a Bari nella culla termica con un biglietto: "Mamma e papà ti ameranno sempre" 

Ieri mattina un neonato è stato abbandonato a Bari. Il bimbo è stato lasciato all'interno della culla termica insieme a un bigliettino con scritto "Mamma e papà ti ameranno per sempre" e al nome Luigi. Il bimbo sta bene ed è stato portato nel reparto di Neonatologia del Policlinico di Bari. 

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati