Home Storie Racconti di genitori

Le origini della festa della mamma

di mammenellarete - 14.04.2009 - Scrivici

origini_festa_mamma_big.180x120
La festa della mamma, come per tradizione, si festeggia la seconda domenica di maggio ed dedicata alla maternità. Questa festa ha origini moderne anche se alcuni autori sostengono che essa abbia influenze antiche collegate a delle divinità pagane femminili: la dea Rea che è la madre di tutti gli dei. Italia. Anche gli antichi romani festeggiavano questa ricorrenza all’arrivo di maggio e della primavera, con celebrazioni per un’intera settimana, dedicate alle rose e alle donne. Gli Umbri, come i romani, a maggio, ricordavano la dea dei fiori regalando delle rose alle loro amate. Inghilterra.

Nel 1600 la “festa della mamma” veniva celebrata anche in Gran Bretagna, la quarta domenica di quaresima, conosciuta meglio come “Mothering Sunday”: il giorno in cui chi lavorava lontano da casa, tornava dai genitori per onorare la madre e per questa mirabile occasione, le donava il dolce “Mothering cake”.

 

Le origini moderne.

 

Nel 1872, dopo la guerra di Seccessione, Julia Ward Howe, una donna abitante della Virginia, organizzò una festa: “Festa delle Madri per la Pace”, a cui parteciparono numerose madri, impegnate per il miglioramento delle condizioni di vita sui due fronti del conflitto.

 

Nel 1907, Anna M. Jarvis, pensò di onorare la memoria della sua mamma facendo una richiesta personale ai politici americani perché stabilissero auna festa nzionale dedicata a tutte le mamme. Il presidente Wilson, accettò la sua richiesta e nel 1914 proclamò la prima festa nazionale dedicata alla maternità che si sarebbe festeggiata ogni seconda domenica di maggio di ogni anno.

 

Norvegia

 

Francia

 

Perché si celebra a maggio?

 

La figura della mamma, come abbiamo visto in precedenza è dedicata alle rose, i fiori dell’amore ed è festeggiata proprio in questo mese perché è il mese dei fiori. In antichità, i romani celebravano l’arrivo di maggio con una settimana di festa: Floralie, perché dedicata a Flora, la dea dei fiori.

 

La festa pagana della mamma, venne acquisita dalla Chiesa con il diffondersi del cristianesimo e cominciò a celebrarsi la “Madre della Chiesa”, come forza spirituale della vita e protezione dal male. Tornando alla rosa, essa è il fiore che più rappresenta la semplicità e la bellezza e, quindi, dedicato alla Madonna, così come il mese di maggio. È coerente, dunque, celebrare la mamma in concomitanza con la celebrazione della mamma religiosa.

 

Discutine con le altre mamme sul nostro forum!

 

articoli correlati