Home Storie Racconti di genitori

L'amore vince su tutto, anche sul futuro incerto

di mammenellarete - 24.07.2014 - Scrivici

coppia1.180x120
Ciao a tutti, sono una mamma felice di una splendida bambina di 8 mesi, e vorrei raccontarvi la mia storia. A 20 anni conosco il ragazzo che diventerà il papà della mia bambina e iniziamo a vivere una storia appassionata. Dopo tre anni vinco una borsa di studio di un anno all'estero e decido di partire: noi decidiamo di stare comunque insieme e di vederci abbastanza spesso. Verso la fine dell'anno però lui perde il lavoro (dopo 6 anni): da quel momento cambia tutto. Inizia la ricerca di un nuovo posto, ma trova soltanto contratti a termine. La precarietà invade le nostre vite e abbiamo sempre meno spazio per noi, perché le preoccupazioni sono all'ordine del giorno. E' un periodo orribile, tra lutti famigliari, separazione dei miei genitori e instabilità lavorativa, che non arriva mai. Riesco comunque a laurearmi ed inizio a lavorare. Lui invece si perde sempre di più, inizio a capire che fa uso di droga, sono spaventata, non so che fare. Lui non ammette i suoi problemi e nega l'evidenza. Io mi sento male perché penso di non essere riuscita a cogliere in tempo il suo malessere ed ora sento che è troppo tardi.

Ci lasciamo. Per giorni piango, mi butto giù, non vedo più il futuro.

 

Passa del tempo e, anche se penso sempre a lui, voglio ricostruire la mia vita. E' difficile, perché io lo amo ancora moltissimo. Un giorno esco dal lavoro e lo trovo davanti a me con un mazzo di rose. Parliamo molto e mi dice di aver intrapreso un percorso di terapia psicologica e di aver trovato un buon lavoro.

 

Trascorriamo la serata a fare l'amore e continuiamo così per giorni. Voglio tornare con lui ma ho paura, dopo tutto quello che abbiamo passato. E poi non sono sicura che lui riesca a risolvere i suoi problemi.

 

Ho un ritardo, ma attribuisco la causa allo stress e alla situazione. Invece dopo quasi 3 settimane decido di fare un test ed è positivo! Tralascio le mie emozioni contrastanti: penso anche di abortire, ma alla fine decidiamo di tenere il bimbo. Annunciamo a tutti la gravidanza: i nostri parenti sono stupiti anche perché abbiamo tenuto nascosto il nostro riavvicinamento per settimane.

 

Dopo una bellissima gravidanza e un parto naturale perfetto, nasce la mia splendida bambina, che ci unisce come non mai. I brutti ricordi sono ormai lontani, adesso abbiamo due buoni lavori, anche se ancora un pochino precari. Abbiamo anche una bella casina. Ma soprattutto abbiamo la nostra principessa, che ogni giorno ci riempie di amore e gioia.

 

Spesso mi chiedo se saremmo stati ugualmente così felici, anche se lei non fosse mai arrivata. Credo proprio di no: la sua nascita ci ha unito come coppia, adesso guardiamo nella stessa direzione ed è bellissimo, non servono più chiarimenti, la paura di non farcela finalmente non esiste più.

 

di una mamma anonima

 

(storia arrivata all'email redazione@nostrofiglio.it)

 

Infertilità di coppia: guardo con fiducia al futuro
Mi sono trasferita in Italia per seguire il mio amore
Io musulmana, lui cristiano: l'amore non conosce religione e colore della pelle

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it

 

articoli correlati