Home Storie Racconti di genitori

La vita in famiglia raccontata da Simone, bimbo di 9 anni

di mammenellarete - 18.05.2018 - Scrivici

fratelli.600
Fonte: Pixabay
Ecco come Simone, quarto di otto figli, racconta della sua grande famiglia. Uno spaccato di vita catturato dallo sguardo sincero e sensibile di un ragazzino di 9 anni.

Di giorno ognuno ha i suoi impegni, le sue strade da percorrere in discesa o in salita, le avventure da vivere, i sogni da inseguire, ma la sera ci ritroviamo tutti a casa.

Mamma ci abbraccia ad uno ad uno, papà ci dà una pacca sulla spalla e ci chiede com'è andata, aspettiamo il nostro turno per raccontare. Io non ne ho molta voglia, non mi sembra di aver fatto nulla di così interessante. . .

Però mi piace stare tra le sue braccia, mentre mi spiega come possiamo realizzare la nostra nuova invenzione. Quando mamma dice che è pronta la cena, corriamo a lavarci le mani e ci mettiamo tutti a tavola.

Questo è il momento che mi piace di più, riusciamo a stare in silenzio e diciamo una preghiera, poi gustiamo il piccolo aperitivo che mamma ci prepara sempre. Mi sento felice e penso che è bello fare parte di una grande famiglia.

Ho tre fratelli più grandi e quattro più piccoli. Quello con cui vado più d'accordo è Mattia che ha due anni meno di me, mi fa morire dalle risate quando ci racconta le barzellette e sa imitare benissimo le maestre e alcuni personaggi famosi.

Mattia è molto simpatico e non tiene mai il muso anche quando qualcuno lo fa arrabbiare. Sono affezionatissimo anche alla mia sorellina più piccola, Lilien, è buffa quando gattona per tutta la casa e riesce ad afferrare il cellulare di papà prima di me.

Con David litigo spesso, vuole fare sempre quello che faccio io e si mette sempre al centro dell'attenzione, ci azzuffiamo finchè non intervengono mamma o papà a separarci; però una volta sul pullman che ci porta a scuola mi ha salvato, dando un bel calcione a uno di quinta che mi stava sopra. Da quel giorno tra noi si è stretta un'alleanza di reciproco aiuto e ci teniamo d'occhio a vicenda.

Con le altre sorelle non parlo molto, le femmine, si sa, chiacchierano tra loro di cose incomprensibili; però mi piace osservarle con i loro vestiti da principessa e i capelli intrecciati, hanno un sacco di accessori colorati e fantastici peluche.

Io adoro leggere i libri di Geronimo Stilton, lo conoscete no? Mi piacciono le sue avventure e il modo creativo con cui sono scritte la parole a seconda del loro significato e del loro suono. Leggo per ore sotto le coperte illuminando le pagine con la mia pila e guai a chi mi disturba.

Quando si fa sera, papà dà a tutti noi un bacio in fronte e ci rimbocca le coperte e mamma, finalmente, si sdraia in mezzo a noi e comincia a raccontare la favola della buonanotte.

Ogni sera è diversa, imprevedibile, ogni personaggio ha la sua voce: mamma le sa fare tutte! Io cerco di stare sveglio per non perdermi il finale, ma spesso la storia finisce solo nel mondo dei sogni.

di Francesca

TI POTREBBE INTERESSARE