Home Storie Racconti di genitori

La nostra storia d'amore: sono contenta d'aver tenuto duro!

di mammenellarete - 11.02.2016 - Scrivici

coppia.600
Fonte: alamy.com
Per quasi tutta la gravidanza il mio compagno non mi fu vicino, a causa del fatto che viveva con sua madre, non voleva lasciarla e quindi noi non avevamo uno spazio comune. Solo negli ultimi mesi riuscimmo a prendere casa e finalmente lui iniziò a starmi davvero accanto. Ho dovuto decidere se crescere nostro figlio, tanto cercato, insieme a lui o senza. Ho fatto la scelta giusta. 

Ero fidanzata da circa undici mesi con il mio ragazzo. Un giorno ebbi un ritardo di dieci giorni e glielo dissi. Lui fu immediatamente felicissimo e decidemmo di fare il test di gravidanza la sera stessa. Ancora mi tremano le mani al pensiero di quella giornata che cambiò la nostra vita. La consapevolezza che ci amavamo e che il nostro sogno era quello di avere un figlio insieme.

 

Lui mi disse: "Secondo me è positivo, ma se non dovesse esserlo, sappi comunque che vorrei avere un bambino con te e addirittura provare a farlo già da questa sera".

 

Il test risultò negativo. Da quella sera iniziammo a provare ad avere un nostro bambino.

 

Finalmente rimasi incinta. Lui viveva con sua mamma e gli chiesi di andare a vivere da soli. Ma lui non se la sentiva di lasciare sua madre.

 

Purtroppo da quel giorno lui iniziò a non prestare attenzione a quello che stava accadendo, finché un giorno decisi di andare a parlare con lui per sapere come dovevo affrontare la cosa.

 

Dovevo decidere se mettermi in testa di crescerlo con lui o se farmi forza e crescerlo da sola. Dal canto suo, lui mi disse che voleva esserci, ma che voleva che si aggiustasse la situazione.

 

Per quasi tutta la gravidanza lui non fu con me. Solo negli ultimi mesi riuscimmo a prendere casa e finalmente lui iniziò a starmi davvero accanto.

 

Durante il parto mi diede una forza incredibile. Ora mio figlio ha due mesi e mezzo e ogni giorno si sveglia con mamma e papà al suo fianco.

 

Sono felice di essere stata tenace mentre il mondo mi crollava addosso, ma sapevo che, nonostante tutto, era lui a darmi la forza di andare avanti.

 

di una mamma

 

(storia arrivata all'email della redazione)

 

Ti potrebbe interessare:

 

Papà in sala parto, fuggire o restare

 

Papà giovane di un neonato prematuro

 

Quando un papà non riesce a staccarsi dalla sua bambina..

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it

 

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati