Home Storie Racconti di genitori

La dolce attesa di un futuro padre!

di mammenellarete - 22.06.2009 - Scrivici

papa-figlio-400.180x120
Da Antonio, un "papà nella rete", una storia davvero emozionante. La dolce attesa vista dagli occhi di un futuro padre.

di Antonio

"Ho da poco compiuto 34 anni e ho già vissuto tre esperienze emozionanti ed indimenticabili:

l’amore con la A maiuscola della mia futura moglie,

il matrimonio

e la nascita della mia prima figlia.

Conosco mia moglie da quasi 15 anni, una storia d’amore … da favola! Quando ci abbandonavano a sognare e a progettare il nostro futuro le ho sempre manifestato il desiderio di diventare padre, tanto che, dopo alcuni mesi di matrimonio ho cominciato a parlarne con lei … a volte riconosco di essere stato pressante … finché un bel giorno di giugno, passione, emozione ed incredulità si sono fuse in copiose lacrime di gioia.

Eravamo così felici che quando abbiamo letto l’esito del test di gravidanza, abbiamo fatto festa per tutta la casa. Ero così convinto che sarebbe nata una bambina, che ho fatto una scommessa con mia moglie, con tanto di testimoni ( i miei suoceri): naturalmente ho vinto ed ho potuto tatuarmi due stelle che all’interno riportano le iniziali della piccola e della mamma. Segue>>

9 mesi di scoperte

E poi … all’una di notte del 26 febbraio, tutti di corsa in ospedale, mentre ansia e gioia si rincorrevano frettolosamente nel mio cuore.

È impossibile descrivere cosa si può provare quando un medico dice: “c’è una dilatazione di 1 cm, è iniziato il travaglio”… il sogno sta per diventare realtà,mancano poche ore e la nostra vita cambierà!

E poi … è il giorno 28 febbraio ore 10,00 circa … le contrazioni aumentano, vedo mia moglie sofferente e tesa ma determinata … le stringo le mano … ci guardiamo negli occhi e ci lasciamo andare ad un pianto che è un misto di sana paura e profonda felicità.

Si rompono le acque e mentre mia moglie si dirige verso la sala parto, la saluto con un bacio e sono già in sala d’attesa. Ore 11,30 all’insaputa di tutti, sono in sala parto, nascosto in una sala attigua, con tanto di camice e immancabile macchina fotografica. Segue>>

E poi … qualcosa non va … la testolina non si vede all’orizzonte … cominciano ad addensarsi le nubi di “cesareo”… mi invitano ad uscire dalla sala parto … sale un po’ di paura.

Passeggio nervosamente per tutto il corridoio, in giro vedo solo occhi lucidi … i miei occhi fissano la porta bianca della sala parto, finché vedo mia mamma in lacrime che mi dice E’ NATA!

Per i successivi 10 minuti non ho fatto altro che piangere, non riuscivo a parlare, non riuscivo a respirare...pensavo solo a mia moglie e alla piccolina. Eccola finalmente mentre varca la porta della sala parto e poi quelle parole: “chi è il padre … tra 10 minuti al nido” e dopo 10 minuti l’ho vista … era sicuramente stanca e provata ma sorrideva e si dimenava felice … da non credere!

Una foto un bacio al volo e poi incontro alla mamma … intontita ma sicuramente felice. Intorno a noi una gran confusione, ma una cosa la ricordo fosse ora: le ho dato un bacio e le ho detto “sei stata bravissima”!

Che dire … che è davvero bella l’attesa, è bellissima la nascita, è straordinario diventare genitori!

  • Leggi le altre storie di mamme

 

redazione@nostrofiglio.it

 

Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it

 

articoli correlati