Home Storie Racconti di genitori

Intervista a Bruna Turrini, la mamma di Alice Greco, Presidente UILDM di Bologna

di Monica De Chirico - 22.12.2020 - Scrivici

alice-greco-con-la-mamma-bruna
Fonte: Foto di Alice Greco, Presidente UILDM
Abbiamo intervistato Bruna, la mamma di Alice Greco, Presidente UILDM, Sezione di Bologna. Una mamma moderna e che convive con la sua disabilità e quella di sua figlia. Un esempio di positività!
  •  Buongiorno Bruna, che tipo di mamma sente di essere stata per le sue figlie, Francesca e Alice?

Una mamma molto liberale, ho cercato di non reprimere quelle che erano le aspettative di entrambe. I limiti sono dati solo dalle difficoltà fisiche per quanto riguarda Alice, Francesca è sempre stata più indipendente, più schiva ma presente a suo modo.
 
  • Come descriverebbe il rapporto che la lega ad Alice e Francesca? Quali sono state le differenze maggiori?


Ovviamente le differenze sono state tante dovute alla diversità fisica, quindi la mia presenza si è proiettata di più verso Alice in quanto non autosufficiente. Per contro Francesca è sempre stata molto indipendente e comunque ho sempre cercato di coinvolgerla il più possibile nella mia vita assicurandole comunque il mio sostegno.

  • Qual è il ricordo o l'aneddoto che porta nel cuore legato al suo essere mamma? 

Ce ne sono tanti, ma direi che quello più incisivo è stata la dimostrazione di amore da parte delle mie figlie quando mi sono ammalata.

Fonte: Foto di Alice Greco, Presidente UILDM
  • Cosa ha significato per lei convivere con una disabilità, non solo la sua, ma anche quella di sua figlia Alice? Chi o che cosa le è stato di aiuto per affrontare le difficoltà, ed essere vicina a sua figlia nei momenti più duri o più tristi?
Fondamentalmente Alice mi continua a dare la forza di andare avanti e di non intristirmi per le cose che mi sono successe e che mi hanno portato ad essere disabile. Io dal momento che ho toccato con mano cosa vuol dire la dipendenza dagli altri ho spronato Alice a farsi rispettare e a non lasciare niente al caso. I miei genitori mi hanno aiutata a livello economico e ho voluto che la nostra disabilità non pesasse su Francesca. I momenti tristi fortunamente non vengono mai allo stesso momento per tutte e due quindi ci risolleviamo entrambe con le nostre stupidaggini. Ci divertiamo con poco, ci basta anche solo accendere una candela per darci quel benessere che ci permette di apprezzare la vita.
  • Come ha vissuto e sta vivendo l'emergenza sanitaria che stiamo vivendo? Cosa le è mancato di più durante il lockdown e cosa ha apprezzato?

La nostra vita non ha avuto grossi cambiamenti, riusciamo a trovare sempre il modo di stare bene con noi stesse. La fatica più grande è sicuramente per Alice visto che è molto impegnata nel sociale e la mancanza di poter uscire con gli amici sicuramente ha avuto peso. Cosa ho apprezzato in questo periodo? Niente in particolare però mi sarei aspettata un supporto dallo Stato per poter far fronte agli oneri dovuti ad una persona che in questo frangente è fissa, per darci una mano. 

  • Qual è il ricordo che le rimarrà più impresso del periodo di isolamento in casa?
Quello di doversi reinventare una giornata senza aiuti esterni. E di quanto sia importante credere in se stessi. Una volta la vita era costituita principalmente in casa, non vedo perchè adesso dobbiamo a tutti i costi uscire per divertirci.
 
Ci diceva che ama il mondo della moda. In che misura questa passione ha caratterizzato il rapporto con le sue figlie, e in che modo questo interesse è stato importante nella sua vita?
 
Per me nella vita c'è il rispetto per chi mi sta vicino e il modo di dimostrarlo oltre che psicologicamente è anche l'aspetto fisico che non vuol dire essere fuori luogo, ma cercare di essere carine anche in casa mentre fai i lavori o cucini. Mi aiuta a stare bene e a far stare bene. Non è detto che il dolore si provi e si dimostri con l'essere sciatte. Io non sopporto le persone che si lasciano andare e non si vestono, non si truccano non si profumano. La moda mi da' idee per poterlo fare in base alle mie possibilità; quindi di essere in ordine nel guardarmi allo specchio ha la sua importanza. Con questo non sono maniacale; il giorno che voglio starmene senza trucco capita e non mi pesa, ma mai in vestaglia o pigiama. Ho cercato di trasmettere questa mia passione ad Alice e Francesca; entrambe tengono molto alla loro persona, seppur con due stili diversi. Francesca è molto sportiva e di conseguenza lo è anche il suo abbigliamento, ma quando vuole sa come lasciarmi a bocca aperta. È stato per me molto emozionante vedere Alice come modella per una sera, trasmettendo il messaggio del diritto ad essere elegante e di come con un abito su misura sia tutta un'altra cosa. Alice è riuscita a dimostrare e portare avanti questo messaggio indirettamente anche di recente quando ha dovuto fare da damigella al matrimonio di una coppia di cari suoi amici.
 
  • Leggiamo che è una mamma e donna molto attiva. Qual è il momento della sua giornata che ama di più e la sua attività preferita?

Le mie giornate sono ricche di cose da fare nell'ambito della casa. Io amo trovare soluzioni di cambiamento nelle piccole cose che spaziano dall'arredamento alla lettura, alla cucina. Io viaggio molto di fantasia e mi perdo nel mio mondo coinvolgendo le mie figlie

  • E' anche un'amante di serie tv. La sua preferita in questo momento?
 
Ho adorato Gomorra anche se non è di recente uscita. Non sopporto le storie di amore o surreali, amo l'azione e fatti realmente accaduti. Se mi vuoi fare innervosire mi fai vedere un film di Rosamunde Pilcher.
 
  • Un messaggio che le piacerebbe dare a chi leggerà questa intervista?

Prima di lamentarvi guardatevi attorno, cercate di apprezzare anche il più piccolo gesto che vi viene offerto. Non pensiate che le persone con disabilità siano dei poverini, perché se solo ci aiutassimo tutti non sarebbero così diversi. Cercate di fare tutto il possibile per trovare il modo per apprezzare la vita. E non crediate che la bellezza sia tutto: è come ci si propone che fa' sì che la gente ti apprezzi, piangersi addosso fa solo allontanarle.

TI POTREBBE INTERESSARE