Home Storie Racconti di genitori

Incinta a 17 anni. Mio figlio è il mio principe

di mammenellarete - 27.08.2013 - Scrivici

amore-bambino.180x120
Ciao a tutti. Sono una ragazza di 19 anni e ho un figlio di 14 mesi. Sono rimasta incinta a 17 anni dopo una relazione di un anno e mezzo. Mi sono accorta di essere incinta quando ero già circa di otto settimane, avevo paura e non sapevo cosa dovevo fare, la mia unica certezza era che non voglio abortire. (LEGGI ANCHE: INCINTA A 15 ANNI. STAVO PER ABORTIRE, MA…) Dopo due giorni l'ho detto a mia madre; era sconvolta, piangeva e strillava di volermi portare in ospedale, ma io continuavo a dirle che la decisione era mia e che io non avrei mai voluto ammazzare mio figlio. Poi l'ho detto anche al mio ragazzo. La sua risposta è stata di fare quello che volevo. Mi sentivo sola, avevo una grande paura, ma sapevo che ce l'avrei fatta. Sentivo una forza che mi mandava avanti e non mi lasciava crollare. I nove mesi di gravidanza sono passati tra litigi e lacrime con la mia famiglia e il mio ragazzo. Avevo sempre

più paura e temevo sempre di più per mio figlio, per il suo futuro.

A luglio 2012 ho dato alla luce il mio principe di nome Matteo e quando l'ho visto per la prima volta tutte le mie paure sono scomparse. Sapevo di dover essere forte per lui.

Dopo aver partorito però, ho avuto un crollo e sono entrata in depressione post partum. (LEGGI ANCHE: LA MIA DEPRESSIONE POST PARTO) Il mio ragazzo mi aveva lasciata per un'altra, l'unica cosa che avevo era la mia famiglia che non sopportavo e mio figlio che mi era indifferente; non lo vedevo ma non lasciavo nemmeno che qualcuno si avvicinasse a lui.

Tutto questo è durato 3 mesi finché il mio ragazzo non decise di tornare da me. A novembre siamo andati a vivere insieme e da allora è iniziato il mio vero incubo. A lui non interessava il bimbo e non gli interessavo io. Voleva solo uscire, divertirsi, bere e non preoccuparsi di nulla. Quando litigavo con lui per queste cose mi metteva le mani addosso e non mi faceva toccare mio figlio.

Perciò a gennaio 2013 sono andata via con il bimbo, sono stata per quattro mesi dai miei nonni. Mesi pieni di rabbia e di dolore. E poi sono tornata da mia madre.

Oggi, sono una giovane mamma sola senza lavoro, senza studi finiti, senza niente. Ma in fondo sono molto felice perché ho mio figlio che ormai è grande e il suo amore. Ho i miei che ci mantengono entrambi e ho la mia amica che mi alza il morale ogni volta che sto per crollare.

La vita mette tutti a dura prova, ma è sempre grazie a quello che ci dà la vita che riusciamo ad andare avanti e a rialzarci.

(Messaggio privato arrivato sulla pagina Facebook di nostrofiglio.it)

Voi raccontare anche tu la tua storia di mamma giovane? Scrivici a redazione@nostrofiglio.it

Ti potrebbe anche interessare:

articoli correlati