Home Storie Racconti di genitori

In quarantena da immunodepressa e con due bambini

di Monica De Chirico - 02.04.2020 - Scrivici

mamma-a-casa-con-due-bambini
Fonte: Shutterstock
Sara ha la sclerosi multipla. Ci racconta come sta vivendo la quarantena da immunodepressa e con due bambini piccoli in casa

Sara, immunodepressa in quarantena e con due bambini in casa

Ciao sono Sara, mamma di Sofia e Matteo. Qui procede tutto molto lentamente e con i bambini è un po' tutto confusionario avendo iniziato la didattica a distanza da una decina di giorni.

Mio marito Fabio è a casa in smart working e io ho i capelli dritti e il cervello in fumo! Sono rinchiusa in casa da quando è stata chiusa la scuola. Dopo una settimana di isolamento ho avuto la febbre per due giorni. Da persona immunodepressa, con la sclerosi multipla e in terapia con immunosoppressori, mi sono spaventata moltissimo. Le mie paure erano amplificate dal pensiero che prima della quarantena ero stata a contatto con tante persone e in luoghi molto affollati, come le gare di nuoto dei miei bambini. 

Ho seguito tutte le indicazioni e i consigli dell'OMS e dell'Istituto Superiore di Sanità e ho chiamato i numeri creati per l'emergenza. Per fortuna sono guarita e si trattava solo di un'influenza e non di Coronavirus. 

Ma anche una semplice influenza per chi come me, soffre di sclerosi, è molto più fastidiosa. Mi ha messo un po' ko in quei giorni come tutte le altre volte del resto.

Come sto passando i giorni di isolamento?

Questi giorni ci stiamo inventando un po' di tutto, dal giardinaggio e coltivazione di un piccolo orticello che abbiamo, alla pittura insegnando ai bambini nuove tecniche. Dalla preparazione di pasta fatta in casa alla panificazione avendo in giardino un forno a legna. E così mi ritrovo a far pane e pizza a volontà! Alla fine di questa quarantena ne usciremo tutti con molti kg in più.

Spero solo che i bambini tornino alla loro normalità perché comincia a mancare loro andare a scuola, fare nuoto (si allenavano tutti i giorni), gare e stare con i loro amici.

Per quanto riguarda me, vorrei ritrovare un po' di serenità e tornare alla mia fisioterapia, visto che è stata sospesa non essendo sicuro andare

Grazie a Sara!

Se vuoi raccontarci anche tu come stai vivendo questi giorni di isolamento, scrivici a redazione@nostrofiglio.it

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati