Home Storie Racconti di genitori

Il pargolo fa disastri? Mettilo su un blog e placa lo stress!

di mammenellarete - 01.06.2010 - Scrivici

kids-ruined_590.180x120
Tuo figlio ha annegato il cellulare nella ciotola del cane? Ha decorato la tastiera del tuo pc con chiazze di marmellata? Ha tappezzato le pareti di budino e il divano di pongo? Benvenuta nel team! Quale? Quello di Shit my kids ruined, il seguitissimo blog - divenuto community - di una mamma blogger americana che attorno alle malefatte delle sue piccole pesti ha riunito una foltissima squadra di madri esasperate. Qualche tempo fa, all'enesima marachella dei suoi due figli, la newyorchese Julie Haas Brophy ha deciso di sfogarsi fotografando e condividendo su Facebook il terribile ritratto del tappeto di casa imbrattato di vernice nera. Niente di più appropriato per scatenare la solidarietà di una moltitudine di mamme: Julie è stata rincuorata da decine e decine di commenti, tanto da decidere di aprire un blog con cui tenere aggiornate le amiche sulle "prodezze" dei propri pargoli e su cui accogliere tutti i genitori bisognosi di sfogo.

In soli due mesi il Shit my Kids Ruined ha totalizzato oltre 5 milioni di pagine viste ed è diventato un autentico fenomeno della Rete.

Il blog, oltre che molto divertente, pare essere davvero terapeutico per tutte le mamme quotidianamente alle prese con i più disparati "baby disastri". Ma non solo, anche le coppie che non vogliono figli sono grandi fan di Julie: «Penso che questo blog piaccia molto anche alle persone che non hanno figli perché li fa sentire felici di non dovere vivere questo genere di problemi in casa. Le persone in generale mi dicono che amano il mio sito perché è una sorta di contraccettivo visuale» ha dichiarato a France 24.

articoli correlati