Home Storie Racconti di genitori

Il momento tanto atteso dell’adozione. Intervista con Monya Ferritti

di mammenellarete - 22.11.2011 - Scrivici

il-momento-tanto-atteso-400.180x120
Il percorso dell'adozione è spesso lungo e difficile, ma cosa succede quando arriva il momento in cui conosciamo nostro figlio, cosa avviene nella nostra famiglia? Ne abbiamo parlato con Monya Ferritti autrice del libro Il momento tanto atteso. Mamme nella rete-Da cosa nasce questo libro, dalla tua esperienza personale, ti va di raccontarcela? Monya Ferritti- Il percorso adottivo è sicuramente una palestra per esercitare la pazienza! È  un percorso molto denso, molto articolato e sicuramente molto lungo, per motivi diversi e complessi. Quando insieme ai genitori aspettano anche i futuri fratelli o sorelle adottivi, il tempo è ancora più dilatato. Questo libro è lo strumento che avrei voluto leggere insieme a mia figlia quando aspettavamo il fratello che poi sarebbe arrivato dalla Cambogia. Sentivo il bisogno di avere un testo che mi aiutasse a descrivere e sostenere l’attesa di una bambina che aveva 3, poi, 4, poi 5 e infine 6 anni. Ci sono, infatti, molti testi che, in diversi modi, entrano nel mondo dell’adozione attraverso gli occhi del bambino adottato, ma non c’era nulla che riguardasse i fratelli, la loro attesa, la loro quotidianità, le loro emozioni, ecc.

Il libro, ci tengo a precisarlo, è nato all’interno di un percorso che ho condiviso con l’associazione GenitoriChe che è attenta ai temi legati alla genitorialità e che, nello specifico, si propone di far conoscere l’adozione a chi non ne ha un’esperienza diretta.

 

Ti potrebbero interessare anche...

 

 

MNR- Da quello che si evince lo scopo è aiutare la familiarizzazione di genitori e figli, soprattutto nei casi di adozioni internazionali, che comportano l'arrivo di un bambino appartenente a un'altra cultura, qual'è l'approccio che suggerisce il tuo libro?
MF-Il libro vuole contribuire a un percorso culturale che inserisce le famiglie adottive in un contesto di normalizzazione e quotidianità. Per fare questo è importante che si parli di adozione, soprattutto a scuola, e si cominci a costruire un nuovo vocabolario che elimini ad esempio l’affermazione “genitori veri” oppure che inserisca l’adozione nella categoria “buona azione” o, infine che definisca correttamente l’adozione come legame genitoriale e l’adozione a distanza col termine più corretto di sostegno a distanza. È importante parlare di adozione coi bambini per facilitare la creazione di una sensibilità sul tema e una certa “familiarità” perché le famiglie adottive entrano subito in contatto con i singoli contesti sociali del nostro paese: la scuola, i circoli sportivi, i parchi giochi, gli oratori, gli scout, ecc. Infatti l’età media dei bambini adottati che arrivano in Italia è circa 6 anni e a quell’età fai subito, o quasi subito, moltissime cose con nuovi amici.

 

MNR-Il libro è rivolto anche a bambini che stanno per avere un fratellino adottivo, quali sono le reazioni in base alla tua esperienza e come i genitori possono aiutare a capire la situazione favorendo l'accettazione da parte di uno e l'integrazione del nuovo arrivato?
MF-I fratelli sono una risorsa straordinaria. Spesso capita che i fratelli e le sorelle facciano da ponte tra il bambino adottato e i nuovi genitori. I bambini adottati provengono spesso, infatti, da contesti in cui sono prevalenti le relazioni fra pari, gli istituti, le famiglie di provenienza, spesso molto numerose, e i rapporti con i genitori possono essere facilitati dalla mediazione di un fratello. Mia figlia, ad esempio, riusciva a capire meglio di noi cosa chiedesse o volesse suo fratello quando parlava solo khmer e noi, disperati, avevamo finito la lista delle possibilità. Arrivava lei e diceva … “secondo me vuole ….” e quasi sempre aveva ragione. Nella successiva quotidianità i rapporti sono fatti di gelosie, complicità e tutto ciò che una normale relazione tra fratelli include.

 

Il momento tanto atteso è edito da Giunti
Per info: press@mammenellarete.it
Associazione Genitori Che

 

Ti potrebbero interessare anche...

 

 

articoli correlati