Home Storie Racconti di genitori

Il desiderio di lavorare e avere figli nel 2012, tavola rotonda all'Agora' del lavoro

di mammenellarete - 16.01.2012 - Scrivici

lavoro-e-mamme-200.180x120
Un appuntamento all'Agorà del lavoro di Milano per discutere di famiglia e impiego per cambiare le regole del gioco. Perché la volontà di lavorare e avere figli deve rimanere una questione privata? Il 30 gennaio 2012 dalle 18,30 alle 21 in Viale D’Annunzio 15 i genitori milanesi e chiunque voglia partecipare potranno confrontarsi su questo tema. Così ci scrivono le promotrici di Agorà del lavoro: "Da tempo si parla di conciliazione, tanto che la parola è diventata vecchia ancora prima che l’argomento sia stato davvero affrontato. Alcune di noi hanno preferito parlare del doppio desiderio di esserci con i figli e sul lavoro, secondo la propria misura, che può variare nel corso della vita. Ma questa scelta di libertà contrasta con i modelli dominanti dell’economia e della società".

Le domande che lAgorà del Lavoro si pone sono le seguenti:

  • perché l’esperienza delle madri (e dei padri) non è (ancora) diventata parola pubblica preziosa per contribuire a rendere economia e organizzazione del lavoro più sensate?;
  • perché il desiderio di nuove modalità di lavoro e di un nuovo modo di vivere la maternità (e la paternità), che circola nei blog e negli scambi tra mamme in internet, faticano a tradursi in pensiero e azioni collettive?

---

Ti potrebbero interessare anche...

La proposta per la giornata del 30 gennaio è di un confronto non-virtuale che metta al centro il duplice desiderio di lavorare ed avere figli. "Siamo convinte - ci raccontano - che l’esperienza e il sapere di chi sperimenta sulla sua pelle cura e lavoro retribuito, se condivisi, possano portare nuova consapevolezza e nuovo sapere per tutti e quindi forza, idee e coraggio per modificare l’esistente".

Il gruppo di discussione desidera mettere al centro dello spazio pubblico il lavoro e l’economia, illuminandoli con il punto di vista che nasce dall’esperienza e dal pensiero delle donne reali, di mamme e di papà. Ovvero partire da quell’intreccio imprescindibile di vita e lavoro, produzione e riproduzione, denaro e riconoscimento, autonomia e dipendenza, individualità e relazioni in cui siamo immersi.

Se desideri essere parte di questo cambiamento e partecipare all'appuntamento, segui le iniziative sul blog di Agorà del Lavoro.

Ti potrebbero interessare anche...

articoli correlati