Home Storie Racconti di genitori

Il battesimo, una scelta importante

di mammenellarete - 20.10.2010 - Scrivici

battesimo_590.180x120
Dopo la nascita del bambino, per la maggior parte delle mamme italiane, si avvicina la scelta del Sacramento del Battesimo. Che cosa è meglio scegliere per il bambino: battesimo a tutti i costi o scelta consapevole dei genitori o, addirittura, del bambino stesso? Avviciniamoci insieme a una decisione così profonda tramite il racconto di mamme diverse iscritte alla nostra community.

Simona C. è credente e praticante. Ha vissuto la maternità come un dono di Dio e, da quando aspettava il suo bambino, Giulio, aveva già preso contatti con il parroco della sua chiesa per organizzare il Battesimo. Passo fondamentale per un nuovo fedele venuto al mondo, Simona crede che il Battesimo vada desiderato, vissuto, cercato. Insieme a suo marito ha seguito i corsi consigliati dal sacerdote e si sono preparati al grande evento con preghiera e studio. La cerimonia è stata intima, composta da tutta la famiglia. Simona non ha chiesto regali di lusso, ha chiesto di versare una quota su un conto postale aperto per il bambino. Servirà per i primi studi del piccolo, crescita importante per la sua vita di cattolico.

 

Ti potrebbero interessare anche...

 

 

Camilla S. è stata battezzata a 10 anni ed è certa che farà lo stesso con suo figlio. La scelta di riconoscere una religione piuttosto che un'altra è prettamente personale e non può essere imposta dalla famiglia. Prima del battesimo ha seguito un piccolo catechismo che l'ha resa più cosciente della scelta fatta e della religione. La sua madrina non ha risposto alle domande di rito, perchè era abbastanza grande per rispondere da sola, ed è stata una cerimonia non comune ma molto bella, specialmente per i nonni che ci tenevano molto ma avevano rispettato la scelta dei genitori. La festa è stata molto semplice, una merenda con i pochi parenti e qualche amichetta che la riempiva di domande. Dei regali ricorda che le hanno regalato un bellissimo braccialetto con i ciondoli, di cui è andata molto fiera perchè era d'oro.

 

Laura V. ha scelto di battezzare Sofia per tradizione. E' divorziata, ha avuto la sua bambina dall'attuale compagno con cui non è sposata. Desiderava che la bambina fosse accettata da subito e non avesse problemi di socializzazione con i suoi coetanei, una volta inserita a scuola. Laura è certa che la sua scelta rappresenti la maggior parte delle mamme italiane: non praticanti, ma molto legate alla tradizione e al dovere di famiglia. La festa è stata allegra, ricca di dolci e di regali. Ha perfino inviato delle partecipazioni a tutti gli invitati e confezionato bomboniere.

 

Marta B. non battezzerà suo figlio. Convive con il papà di Matteo e non sono praticanti. Entrambi battezzati e indirizzati alla vita parrocchiale, pensano che il loro attuale stile di vita non sia coerente con una scelta così importante come quella del Battesimo. La loro famiglia non si è opposta.

 

Qual è stata la tua scelta e quali domande vi siete posti? Discutine con noi sul forum.

 

Foto: le torte di Applepie

 

Ti potrebbero interessare anche...

 

 

articoli correlati