Home Storie Racconti di genitori

Ho partorito a 19 anni e assieme a mia sorella

di mammenellarete - 15.09.2014 - Scrivici

mamma_giovane_incinta-400x265.180x120
Ciao a tutte, vi racconto la mia storia di mamma giovanissima. A 19 anni cosa ci si può aspettare dalla vita? Io, improvvisamente, ebbi tutto: amore e lavoro. Mi diplomai a luglio del 2007 e dopo andai in vacanza. Ecco che conobbi lui: una persona fantastica, un ragazzo bello, dolce, serio e lavoratore, allora ventiquattrenne. A ottobre trovai lavoro in un ufficio, era anche una bella posizione. Cosa chiedere di più?


Iniziai ad abituarmi a questa nuova avventura, felice più che mai. Passarono cinque mesi ed ecco che una sera, parlando con mia sorella (che all'epoca desiderava molto un bimbo), le dissi che avevo un ritardo e lei, insistente, mi disse di comprare un test.

 

Io, assolutamente convinta che fosse un semplice ritardo, anche perché avevo avuto tutti i sintomi premestruali possibili, decisi di acquistare il test con tranquillità. Non usavamo precauzioni, se non ogni tanto, ma facevamo attenzione.

 

Tornata a casa, andai in bagno ed ecco che dopo pochi minuti vidi due lineette! Andai nel panico. Chiamai subito il mio fidanzato, incredula, e gli dissi di andare in una farmacia di turno a comprarne un altro. Lui si precipitò di corsa a casa mia ed io feci di nuovo il test. Dopo pochi minuti… risultò ancora una volta positivo!

 

Scoppiai a piangere spaventata: lui mi abbracciò e mi tranquillizzò, dicendomi di non preoccuparmi. Eravamo assieme da soli sei mesi ed era una bellissima storia d'amore, ma ovviamente una notizia così inaspettata aveva spiazzato entrambi.

 

Ne parlammo allora con i miei genitori: inutile dire che non reagirono molto bene all'inizio, ma poi, ovviamente, vedendo che ci volevamo bene e che avevamo tutti i presupposti per iniziare una vita assieme, accettarono anche loro.

 

In sette mesi finimmo di sistemare la casa in cui saremmo andati a vivere con la bimba. Nel mese di agosto finalmente la casa fu terminata e la nostra vita insieme ebbe inizio. Eravamo impazienti di conoscere il nostro scricciolo, finché non arrivò ottobre! Ed ecco che il 13 ottobre 2008 nacque Sofia. Tra gioie e dolori venne al mondo dopo sole 19 ore dalla nascita del cuginetto.

 

Ebbene sì, io e mia sorella ci trovammo in ospedale assieme con i nostri due piccolini. Che gioia per tutti! A vent'anni la mia vita cambiò completamente, io mi aspettavo tanto dal futuro, ma non avrei mai pensato di diventare mamma.

 

Fu un'emozione unica, indescrivibile e imparagonabile. Infatti dopo 14 mesi dalla nascita di Sofia, decidemmo di provare ad avere un altro figlio. A dicembre del 2009 ebbi un ritardo del ciclo, feci il test ed era positivo. Che felicità!

 

Il 31 agosto 2010, dopo ventidue mesi, nacque Giorgia, il mio secondo scricciolo.

 

Non potevo chiedere di meglio dalla vita. Io adesso ho 25 anni e la mia prima figlia ha quasi 6 anni, 4 la seconda. Sono il nostro orgoglio e la nostra vita. Sono anche la gioia dei nonni e degli zii.

 

Appena le nostre bimbe cresceranno un po' di più, penseremo alle nozze, ma ad oggi siamo comunque felici, perché niente ci lega più di loro. Abbiamo una bellissima famiglia e ringraziamo Dio ogni giorno per i doni che ci ha dato.

 

Amo le mie bambine con tutto il cuore e anche se sono giovane, rifarei tutto, perché niente mi completa se non il loro amore.

 

di mamma Veronica

 

(storia arrivata per email a redazione@nostrofiglio.it)

 

Leggi anche: Mamma giovane: ho scelto di tenere il mio bambino
Incinta a 14 anni, non ho mai mollato
Mamma giovanissima, la mia scelta

 

Ti piacciono le storie d’amore? Leggi anche: storia di un amore nato online,

 



    Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

articoli correlati