Home Storie Racconti di genitori

Ho conosciuto mio marito a 16 anni. Suo fratello è un mio ex

di mammenellarete - 10.12.2015 - Scrivici

exragazzo.600
Fonte: alamy.com/it
Lo conobbi a 16 anni. Mi piaceva tanto fisicamente, ma mi stava antipatico. Lui era fidanzato e io... mi sono fidanzata con suo fratello. Con suo fratello sono rimasta insieme, tra tira e molla, per quattro anni. Ma il destino aveva altro in serbo per noi.

La mia è una storia semplice, una storia come tante altre. Ma voglio raccontarvela comunque. Ho compiuto da poco 30 anni.

Conobbi mio marito 16 anni fa tramite amici comuni. Lui era fidanzato e fisicamente mi piaceva molto, ma non mi stava per niente simpatico. Nel frattempo mi innamorai di suo fratello, anche lui fidanzato, prima di stare con me.

Ebbi una storia con questa ragazzo, ovvero con il fratello del mio attuale marito. Era però un continuo tira e molla ed io ero innamorata persa di lui. Purtroppo non ho mai capito se lui sia mai stato innamorato di me.

Dopo 4 anni decisi di lasciarlo perdere, anche se lo amavo molto. Nel frattempo quello che oggi è mio marito, il giorno dopo aver compiuto 18 anni, venne a farmi gli auguri.

Da quel momento iniziò il nostro amore, il nostro percorso di vita insieme. Da quel giorno non ci lasciammo più, io trovai la mia metà, il mio migliore amico, il mio confidente e amante. Lo avevo avuto per tutto quel tempo sotto gli occhi e non me ne ero mai accorta.

Tre anni fa ci sposammo dopo tanti sacrifici! Facemmo tutto con le nostre forze, ci sostenemmo e appoggiammo a vicenda. Appena tre mesi dopo il matrimonio, mio marito perse il lavoro che faceva da tanti anni. Purtroppo gli crollò il mondo addosso e, anche se trovò poco dopo un altro lavoro, penso non si sia ripreso del tutto ancora oggi da quello shock.

Otto mesi dopo il matrimonio mi accorsi che non arrivava il ciclo (ed il mio è sempre stato precisissimo), ma pensai che era impossibile che fossi incinta. Non so perché ma come un'ingenua pensavo che bastasse quasi non desiderarlo, un bambino, per non averlo. Invece ero incinta.

Insomma non era nei pensieri, ancora no, nonostante io all'epoca amassi i bambini. Non mi sentivo pronta. Iniziai a piangere di continuo per la paura del parto. Sono veramente una fifona!

Pian piano la paura passò, anche se durante la prima ecografia non riuscivo a guardare nel monitor. Ma mi bastò ascoltare il suo cuoricino, che batteva già così forte insieme al mio... E iniziò un amore senza confini.

La gravidanza fu perfetta, tanto da farmi sentire meglio, come non ero mai stata in tutta la mia vita. A 39 settimane una notte ruppi le acque e dopo varie complicazioni il mio cucciolo nacque il giorno dopo con taglio cesareo.

Era bellissimo e perfetto ed io mi sentii completa come se fino ad allora avessi vissuto una vita non mia. Ma dove era stato fino ad allora? Come avevo fatto a vivere senza di lui? Questo mi chiedevo!

Ora il mio piccolo ha quasi 2 anni e mi manca averlo nella mia pancia al sicuro. A volte lo guardo e piango per la gioia. Lo vedo crescere e lo amo alla follia! E' il mio cuore cammina.

Siamo una famiglia felice e farei altri 10 di bimbi. Sono la meraviglia del mondo.

di mamma anonima

(storia arrivata per email a redazione@nostrofiglio.it)

Ti potrebbe anche interessare:

Parto cesareo: tutto quello che devi sapere

Taglio cesareo, la mia decisione

Parto cesareo, mi sono arresa

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati