Home Storie Racconti di genitori

Ecografia in diretta tv per la coppia Interrante-Canessa

di mammenellarete - 16.04.2010 - Scrivici

guendalina-eco_590.180x120
C’era una volta un periodo nel quale le ecografie si facevano in uno studio medico, alla sola presenza di personale specializzato, e del partner che, tenendo la mano della compagna, commentava teneramente le prime immagini del bambino, creando così un’atmosfera di perfetta intimità. Detta così  può sembrare una favola melensa, che fa pensare a cavalli bianchi e principi azzurri, un quadro idilliaco che forse si discosta un po’ dalla realtà di tutti i giorni in cui stress e nervosismo spesso spadroneggiano e in cui a volte capita di incontrare personale medico non proprio "specializzato". Le cose infatti non vanno sempre come le immaginiamo, ma in alcuni casi la realtà supera addirittura le fantasie più audaci. Capita così che nel 2010 le ecografie si facciano in uno studio televisivo, in diretta, alla presenza di personale medico, del proprio partner, di una presentatrice, del pubblico in studio e del pubblico a casa, in un’atmosfera che nulla ha a che vedere con l’intimità.

Questo è quello che è successo qualche giorno fa durante il programma pomeridiano condotto da Barbara D’Urso, dove una raggiante Guendalina Canessa, ex concorrente del Grande Fratello, si è sottoposta ad un’ecografia per valutare l’andamento della sua gravidanza, supportata dal padre della bambina, nonchè suo promesso sposo, Daniele Interrante, ex tronista di Uomini e Donne. Tutti erano commossi, e insieme a loro abbiamo scoperto che la bambina sta bene, probabilmente assomiglierà alla madre e si chiamerà Cloè.

In realtà questo non è il primo esempio di gravidanza "in diretta", la prima è stata infatti Eva Henger, che qualche mese fa ha acconsentito affinchè seguissero la nascita del suo ultimo figlio dalle prime contrazioni al parto. Senza dimenticare poi il programma "Reparto Maternità" che sulle reti FOX trasmette le vicissitudini delle madri che permettono la presenza delle telecamere in sala parto.

Sembra dunque che sia cambiato un po’ il costume, e che la tendenza sia quella di condividere tutto con tutti, anche quei momenti da sempre considerati come esclusivamente personali. Questo accade trasversalmente tra i diversi strati sociali della popolazione, dalla quasi VIP , alla ricerca di un po’ di notorietà in più, a persone comuni che sentono semplicemente la necessità di mostrare la propria esperienza.

Alla fine dei conti tutto si riduce ad una questione di libero arbitrio. "Telecamere o non telecamere? Questo è il dilemma". Cosa ne dite mamme?

articoli correlati