Home Storie Racconti di genitori

bibidi bobidi…bibidi bobidi..bibidi bobidi

di mammenellarete - 20.05.2008 - Scrivici

da Serena (mammanellarete) La mia vita si divide in due parti: A.C. e D.C.

A.C. è "Ante Christian", D.C. è "Dopo Christian"
Christian è mio figlio.

2005 A.C. Nel dicembre di due o tre anni fa mi trasferisco al nord nel tragico proposito di seguire un uomo, peggio ancora un ingegnere. Lascio il mare, le amiche,un probabile dottorato di ricerca. La notte prima di partire ho incubi in cui vengo annegata nel Po' da uno stormo di pimpanti trend-setter di Gucci vestite,ma non desisto. Parto e trovo due metri di neve,una casa che ancora non c'è e un albergo con puzza di cesso. Ma non desisto. Trovo lavoro come cassiera,non tornano i conti,ma non desisto. Alla fine però desisto. Ma chiusa l'ultima valigia,in tasca un biglietto di ritorno, bussa un fattorino e mi consegna un bambino.
Ciao,sono Christian.
Ciao, sono mamma.
Sfaccio la valigia.
E ora cosa facciamo? Dico.
Mah - mi fa - ci inventeremo qualcosa strada facendo..

2008 D.C. Oggi quel bambino ha 15 mesi, ha i ricci, sa controllare gli sfinteri, muove timidi passi verso un pezzo di mela, e dice “Ma mammamama mamammaa”. Sembra sia stata io a insegnarli tutte queste piccole cose..lui mi ha insegnato che è divertente comparire da dietro un fazzoletto, molto più di tanti giochi costosi e complicati, che piuttosto che essere obbligati a fare una cosa è meglio scoprirla da soli coi propri tempi, che quando sei piccolo non hai altra scelta che fidarti di chi ti sta accanto…è anche questione di fortuna.

Avere un bimbo? E’ bellissimo. Sul contorno non saprei: Ho l'età che ha una persona quando,dopo un figlio,vuole dimostrare a se stessa che nella sua vita non ci sono solo Michele Cucuzza e l'Ace freschezza Limone...ma il mercato non la cerca più. Io per il mercato sono una bomba ad orologeria pronta a esplodere, un coniglio pronto a figliare 30 cuccioli sulla scrivania, un pericolo, il più terribile: una madre!!!!AAAAAHhhhhh
E forse il mercato non ha tutti i torti.
Un tempo ero alta, magra, di successo e coi capelli lunghi.
Oggi sono bassa, grassa, disoccupata e con un improbabile caschetto (se fossi Linda Evangelista suppongo non sarebbe un problema, ma il fatto che somigli di più a Syusy Blady tiene il mercato molto lontano da me)
Cosa vorrà dire??
Forse solo che devo cambiare pettinatura, o forse che trent’anni e un figlio in Italia equivalgono alla menopausa professionale…ma mi voglio sentire ottimista, e oggi sarà come il nuovo giorno di quelle commedie americane in cui..un pò di trucco e di fiducia in te stessa…e bibidi bobidi…bibidi bobidi..bibidi bobidi…..uh, scusate, ho incendiato la pappa…ho sbagliato giorno per essere ottimista.

articoli correlati