Home Storie Racconti di genitori

Alcuni consigli per il rientro al lavoro dopo la maternità

di mammenellarete - 20.02.2012 - Scrivici

mamma-lavoratrice-400.180x120
Lunedì è tempo di rientri in ufficio e per qualcuno sarà il momento di tornare al lavoro dopo la maternità e i primi mesi con il nuovo arrivato di casa. Questo è il passo più difficile per una donna perché si ritorna alla vecchia vita lavorativa, mentre tutto il resto è cambiato totalmente e inevitabilmente con l'arrivo di un figlio. Come affrontare al meglio la separazione dal piccolo e il rientro al lavoro? Prima di tutto bisogna ricordare che non tutte le donne sono uguali e che la maternità ha effetti diversi su ognuna: alcune diventano mamme al 100% e decidono di lasciare il proprio lavoro per un periodo o di ridurre notevolmente le ore lavorative per dedicarsi totalmente all'essere madri. Bisogna però ricordare che non per tutte è così, infatti, alcune donne con la maternità possono sentirsi estromesse dalla propria vita e per loro ritornare al lavoro non potrà che essere positivo.

Ti potrebbero interessare anche...

Stabilite le dovute differenze alcuni consigli valgono per tutte:

  1. Una settimana prima del rientro e della separazione dal bambino, iniziate a lasciarlo con la baby sitter o con i nonni, servirà a lui, ma soprattutto a voi per iniziare ad abituarvi all'idea che non sarà solo lui al centro della vostra vita.
  2. Se il vostro datore di lavoro lo permetterà rientrate gradualmente, non immediatamente a tempo pieno.
  3. I primi giorni organizzatevi il lavoro, con calma e senza ansia, se non riprenderete la situazione in mano sarà difficile lavorare bene, quindi cercate di controllare l'ansia e datevi il tempo di riorgannizzare le cose anche se intorno a voi è tutto molto caotico.
  4. Non sentitevi in colpa per il bambino, gli dedicherete tutto il tempo che avrete nelle ore non lavorative e, quando sarete colte da nostalgia e senso di colpa, ricordate che troppo attaccamento ai genitori non fa così bene ai piccoli.
  5. Se al rientro al lavoro subirete mobbing o abusi, fatevi valere! Diventare madre non significa non essere più la professionista di un tempo! Essere mamma non esclude essere una donna lavoratrice e questo deve essere ben chiaro a tutti: alle altre donne che giudicano quelle che scelgono di tornare al lavoro, ai datori di lavoro, ma soprattutto, a se stessa!

Buon rientro e buon nuovo inizio!

Ti potrebbero interessare anche...

articoli correlati