Home Storie Racconti di genitori

8 marzo 2012. Donna è mamma

di mammenellarete - 08.03.2012 - Scrivici

festa-donna-2012-400.180x120
L'8 marzo. Dedicato a tutte le donne, giovani, precarie, disoccupate e che nonostante tutto, decidono di credere comunque nel futuro diventando mamme. Oggi è il giorno dedicato a tutte le donne del mondo, una data scelta per ricordare la disuguaglianza che esiste fra uomo e donna; per ricordare le lotte che donne coraggiose hanno fatto per avere dei diritti basici come quello di votare, lavorare o denunciare le violenze matrimoniali.

Ti potrebbero interessare anche...

I dati ci dicono che c'è ancora molto da fare: in Italia, una donna su tre, tra i 16 e i 70 anni, è stata vittima nella sua vita dell'aggressività di un uomo e sono più di 700 mila quelle che hanno subito violenza, la maggior parte di loro ha fra i 16 e i 24 anni. Il dato non migliora nel caso del lavoro, sottopagato per le donne in generale e reso impossibile per le mamme.

Secondo i dati Istat, infatti, 702 mila occupate con figli minori di 8 anni, dichiarano di aver interrotto l’attività lavorativa per almeno un mese dopo la nascita del figlio più piccolo (il 37,5% del totale delle madri occupate), mentre tra le madri che hanno fra i 25-54 anni, la quota di occupate è pari solo al 55,5%, contro il 90,6% dei padri.

L'8 marzo, oltre a ricordarci il valore delle donne nella società, deve servire per non dimenticare che c'è tanto da fare nella nostra società in cui le donne e le mamme sono ancora discriminate rispetto agli uomini. Essere mamma non esclude l'essere donna che lavora, per questo è necessario pensare un modello lavorativo differente attraverso cui le mamme possano essere donne lavoratrici senza ostacoli è conflitti.

Donna è mamma, per cui care amiche, tanti auguri!

Ti potrebbero interessare anche...

articoli correlati