Riflessioni

I due utili consigli di un papà per non dimenticare i figli in auto

Di mammenellarete
seggiolino

31 Maggio 2018
Ho tre figli: per tutti, quando erano piccolissimi, ho adottato due semplici precauzioni per evitare di dimenticarli in auto e per scongiurare così qualsiasi inganno della memoria. La prima precauzione è il mini-specchietto retrovisore supplementare (costo: pochissimi euro) e così è impossibile non vedere che hai un bimbo in macchina. La seconda (gratis) è mettere vicino al piccolo la borsa del lavoro con il cellulare dentro. 

Facebook Twitter Google Plus More

Purtroppo, come è evidente dagli eventi recenti, capita sempre più spesso che alcuni genitori dimentichino i bambini in auto. Io stesso, pochi giorni fa, dovendo portare la mia bimba di 4 anni dai nonni perché ammalata, mi sono reso conto di quanto può essere facile dimenticare di avere un piccolo passeggero, soprattutto se si deve fare una cosa che esula dalla quotidianità.

 

Fortunatamente, arrivati vicino all'ufficio, la bimba mi ha chiesto dove andassi perché si era accorta che avevo preso una strada diversa che non portava dai nonni ma, come ho detto prima... ha 4 anni! Ho tre figli che hanno 4, 7 e 10 anni e per tutti, quando erano piccolissimi, ho adottato due semplici precauzioni.

 

La prima precauzione è il mini-specchietto retrovisore supplementare (costo: pochissimi euro) e così è impossibile non vedere che hai un bimbo in macchina. La seconda (gratis) è mettere vicino al bambino la borsa del lavoro con il cellulare dentro. 

 

Al giorno d'oggi purtroppo può accadere di dimenticare il bimbo in macchina, soprattutto se il piccolo è silenzioso. Ho pensato che anche se fossi arrivato in ufficio dimenticando tutto in macchina, mi sarei accorto dopo pochi minuti della mancanza della borsa/cellulare e mi sarebbe anche venuto in mente il bimbo! Dunque, la soluzione della borsa con il telefono dentro accanto al figlio funziona, è gratis e consente di non farsi distrarre da squilli e messaggi durante la guida.

 

Mi piacerebbe poter dare questo consiglio gratuito a tutti i neo-genitori, affinché siano evitate tragedie e per fare in modo che grandi aziende e leggi ad hoc non costringano le persone a spendere migliaia di euro ai genitori, con la scusa di fare adeguare le persone a nuove norme su seggiolini tecnologici. Invece, la soluzione è dietro l'angolo ed è gratuita.

 

di Sandro

 

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it  
LE ULTIME STORIE