Pancione

I nove mesi di gravidanza. I racconti, le storie, le emozioni, le esperienze e le avventure delle future mamme e dei loro nove mesi con il pancione.

"Signora, è un maschietto" Signora, è un maschietto
il 10 Dicembre 2013, Di Saby
"Signora, è un maschietto".
Adesso non chiedetemi cosa ho provato quando il dottore mi ha annunciato che avrei avuto un altro figlio e che questa volta era maschietto.
Maschi o femmine, i figli si amano tutti allo stesso modo, sono parte di noi, sono il futuro che ci viene messo davanti mentre viviamo o sopravviviamo al nostro presente, ma per me, che ho già una bambina, avere anche un maschietto vuol dire avere tutto.
...continua
Desidero tanto un secondo figlio Desidero tanto un secondo figlio
il 05 Dicembre 2013, Di mammenellarete
La mia esperienza da mamma è iniziata così, quasi inconsapevolmente.
Un ritardo... ma io penso: "Mah, non può essere, non posso essere incinta!"
Passa il primo mese e niente...
Dopo un po', decido di fare un controllo da un ginecologo ed eccola là, già si sente il cuoricino della mia bimba.
Quando l'ho sentito, sono saltata su dal lettino. Non ci credevo.
...continua
La prima ecografia La prima ecografia
il 28 Novembre 2013, Di Lisa Sorrentino
Il test positivo e ora? Si telefona al ginecologo per un appuntamento!
Era la prima volta e neanche sapevo cosa mi attendeva, nonostante tutto quello che avevo sentito in giro, raccontato da chi già ci era passata.
Avevo ancora nelle orecchie l'eco delle lacrime di commozione di quanto lo avevo comunicato al futuro papà! Arriva il giorno della visita e insieme andiamo dal ginecologo. Più che la sala d'attesa di un ambulatorio medico sembrava la fabbrica di bambini. Pancioni ovunque mi giravo, e quasi mi sentivo a disagio, io magrolina piccolina nel mio angoletto!
Cerco nella lettura un mezzo per scrollarmi di dosso la tensione, ma qui anche l'aria profumava di bambini
...continua
Incinta. Nonostante i fibromi multipli Incinta. Nonostante i fibromi multipli
il 04 Novembre 2013, Di mammenellarete
Volevo raccontare la mia storia per dare speranza alle donne e mamme che sono un po' demoralizzate!
Il mio cammino inizia a 24 anni quando dopo una normale visita ginecologica mi dicono che non avrei potuto avere figli a causa di un indebolimento delle pareti dell'utero dovuto a 17 fibromi. Panico!!!
In quel momento non avevo nessuna intenzione di diventare mamma, avevo sì un compagno da 9 anni, ma mi sentivo troppo giovane. A 26 anni ci sposiamo, ma figli non ne arrivano e io mi sono messa il cuore in pace: non sarò mai madre! Passa un anno e incontro l'uomo della mia vita... 6 anni più giovane di me, ma mi dico che in fondo non mi interessa.
Divorzio e vado a vivere con lui... questo succede il 1 maggio 2007.
Il 1 novembre 2007 scopro di essere INCINTA! Ma come???
...continua
I sintomi della mia gravidanza I sintomi della mia gravidanza
il 31 Ottobre 2013, Di Lisa Sorrentino
Ancora non sapevo di essere incinta e già il mio corpo si era adeguato e trasformato alla nuova condizione.
I sintomi più comuni in gravidanza, quelli che colpiscono il 70% delle donne, erano tutti già presenti praticamente da subito.
Primo tra tutti la trasformazione fisica.
La cassa toracica, quindi il costato, era salita verso l'alto e si era dilatata (motivo per cui ancor prima di fare il test già sapevo di essere in attesa).
Seno aumentato di volume.
Intolleranza
...continua
Secondo figlio ... fuori programma Secondo figlio ... fuori programma
il 24 Ottobre 2013, Di mammenellarete
 
Ciao, sono Arianna e voglio raccontarvi la mia storia. MI SONO ACCORTA DI ESSERE INCINTA PERCHE’ MIA FIGLIA HA BATTUTO LETTERALMENTE UN COLPO!
Thomas, il mio primo bimbo, è nato il 2 febbraio 2012... a causa dei punti che mi facevano malissimo e delle infezioni che ne sono conseguite, io e il mio compagno abbiamo ripreso ad avere rapporti dopo circa 4 mesi. Io allattavo, prendevo la pillola e non avevo il ciclo...
... metodi più anticoncezionali di questi non ce ne sono, pensavo! Intorno alla metà di luglio ho avuto una forte infiammazione alla mascella, a causa della cattiva masticazione e anche perché di notte stritolo in continuazione i denti.. la mia dottoressa mi ha prescritto l’antibiotico e io, anche se odio prendere medicinali, non sopportando più il dolore che oltretutto non mi faceva dormire, l’ho preso per un paio di giorni. E fin qui tutto normale.
Verso settembre il rapporto con il mio compagno ha iniziato a non funzionare più. Litigavamo di continuo, anche per la minima stupidata, stavamo vicini solo a tavola, a letto lui da una parte io dall’altra, sul divano non ci sfioravamo neanche con il pensiero. Eravamo lontani anni luce. L’unica cosa che ci teneva uniti era nostro figlio.
...continua
Prime contrazioni e la reazione del compagno. Le mamme raccontano Prime contrazioni e la reazione del compagno. Le mamme raccontano
il 22 Ottobre 2013, Di mammenellarete
C'è chi si addormenta, chi si deve fare bello, chi si agita e chi è completamente smarrito. Il bimbo ha finalmente deciso di nascere, ecco le prime contrazioni: che cosa hanno "combinato" i vostri compagni/mariti? Ve lo abbiamo chiesto sulla nostra pagina di Facebook. Le risposte. 
...continua
Corredino pre-nascita: la mia lista Corredino pre-nascita: la mia lista
il 07 Ottobre 2013, Di Lisa Sorrentino
Ricordo che al momento di preparare il corredino pre-nascita della piccola, mi sentivo elettrizzata e impaurita.
Cosa occorrerà mai? Come non dimenticare nulla?
Per quanto riguarda l'abbigliamento, bastava solo sommergersi di bodini e vestitini, calzine e cappellini.
Ecco la fortuna di partorire ad agosto.
Ma per il resto?
...continua
La mia prima ecografia, che emozione! La mia prima ecografia, che emozione!
il 09 Settembre 2013, Di mammenellarete
 Ancora non ci credevo... Era stranissima quella sensazione di avere dentro un puntino che dopo qualche mese sarebbe diventato una cuccioletta (la mia dolce Asya)
...continua
La prima ecografia... fatta da me! La prima ecografia... fatta da me!
il 09 Settembre 2013, Di mammenellarete
Ho scoperto di essere incinta dalla prima ecografia eseguita un pomeriggio di settembre del 2003 da......me stessa !!!!
Nello studio in cui allora lavoravo, poiché  il ciclo tardava ad arrivarmi, da sola seduta nella postazione dell'ecografista, ho constatato che nel mio utero era presente una piccolissima camera gestazionale, in cui non erano ancora presenti gli echi embrionari!!!
Quella è stata la prima di una lunghissima serie di ecografie che, prima da sola, poi
...continua
Gravidanza inattesa: ero già di nove settimane! Gravidanza inattesa: ero già di nove settimane!
il 09 Settembre 2013, Di mammenellarete
 

 
Incinta di quasi nove settimane e non lo sapevo! Ora vi racconto come è andata, cinque anni fa. La prima volta che ho visto la gioia della mia vita
...continua
La prima ecografia: il suo cuore che batte La prima ecografia: il suo cuore che batte
il 09 Settembre 2013, Di mammenellarete
Era dicembre e avevo una gran influenza, mal di gola e tosse. Mancavano ancora due settimane al primo appuntamento dalla ginecologa, ma mia suocera decise di portarmi lo stesso dalla dottoressa perché ero a pezzi e mi rifiutavo di prendere qualsiasi cosa senza l'autorizzazione medica.
Dopo le domande su come stavo e come procedeva la panzetta, dissi che provavo sempre una sensazione di fastidio, tipo quando arriva il ciclo. Non ero allarmata, solo... Infastidita!
Alla frase: "Mettiti sul lettino che guardiamo la panciotta" ero già pronta.
Un movimento lieve e deciso, un contrarsi di qualcosa che capii subito essere il cuore.
Il cuoricino batteva, dentro una sacca ben formata, ancorata bene a me. Un anno prima questa sensazione non l'avevo potuta vivere, non si era ancorato,
...continua
Gestosi: così è nato il mio piccolo Stefano Gestosi: così è nato il mio piccolo Stefano
il 03 Settembre 2013, Di mammenellarete
Questa è la storia di un grande amore…il mio secondo figlio…
Chi se l’aspettava di avere due figli? Meravigliosi, per giunta…
Lui è arrivato un po’ inaspettatamente, nel senso che non ci aspettavamo che arrivasse senza troppa fatica.. e invece non potrò mai dimenticare quel giorno in cui ho scoperto di aspettarlo…
Era il 4 maggio 2012.
Quella mattina dovevo uscire per fare dei servizi e lascio Sofia a casa di mia madre per essere più agevole negli spostamenti. Però durante la colazione, Dani mi dice una cosa riguardo al fatto che gli avevo detto che quando mangiavo i biscotti nel latte poi non mi sentivo molto bene. Lui ricordava che quando ero in attesa di Sofia non riuscivo proprio a mangiare i biscotti, ma solo i cereali. In quel momento, quando me l’ha detto, mi viene un sospetto e guardo subito la mia agenda… un giorno di ritardo! Esco, faccio i miei giri e come ultima cosa mi riservo di andare al negozio a comprare un test di gravidanza. POSITIVO! Lo sapevo!! Lo sentivo!!
...continua
Preeclampsia: io ci sono passata Preeclampsia: io ci sono passata
il 28 Agosto 2013, Di mammenellarete
Chi non c'è passata non può capire la paura e il dolore che si prova quando si entra in preeclampsia. Io ci sono passata a 35 settimane, cesareo d'urgenza. Hanno provato a farmi la spinale, io ci speravo per poter abbracciare subito il mio piccolo visto che già per il mio primo cesareo mi avevano fatto la totale.
Allora avevo aspettato sette ore prima di abbracciarlo e non volevo più aspettare volevo averlo subito con me... ma il mio battito scendeva e ricordo l'anestesista che chiedeva ai medici di sbrigarsi, di fare presto.
Quando mi sono svegliata credevo di essere morta, di non poter rivedere più mio marito e i miei due bambini, sono stata in questo stato per alcuni giorni. Non ero io, vedevo il mondo attraverso una bolla. E il mio bambino non c'era.
Mio marito cercava di rassicurarmi, ma anche lui era sconvolto nonostante cercasse di mascherarlo. Quando sono andata a conoscere Davide in terapia intensiva era tutto attutito, forse era la pressione alta o le gambe gonfie o il braccio gonfio per una flebite chimica e i segni dell'allergia ai cerotti, ma non potevo credere che fosse successo tutto a me... tornavo nella camera delle "gravide complicate" dove con altre tre mamme cercavamo di tirarci su il morale, ognuna coi suoi problemi e con tanta voglia di superarli.
Ero attaccata giorno e notte alla macchinetta della pressione che ovviamente era sempre
...continua
Scelte al bivio: ho 20 anni e sono incinta Scelte al bivio: ho 20 anni e sono incinta
il 26 Agosto 2013, Di mammenellarete
Salve, vorrei raccontare la mia storia, ma sinceramente non so come iniziare.
La mia migliore amica ha partorito 13 mesi fa ed io gli sono stata accanto sempre. Dopo aver visto suo figlio e il percorso che stavano facendo, mi cresciuto sempre di più il desiderio di avere un figlio. Io mi sentivo pronta, sentivo di farcela e lo volevo sempre di più.
Quindi, io e il mio fidanzato ci abbiamo provato, ma dopo sette test, il risultato era sempre negativo.
Una sera, ricordo ancora, c'era la luna piena e tra di noi c'era una passione mai avuta prima. Infatti quella sera fu molto speciale (speciale al punto che rimasi incinta).
Il 6 di agosto mi doveva tornare il ciclo, ma niente. Una settimana di ritardo... dopo due settimane lui mi dice di fare il test. Sono entrata nel bagno e l'ho fatto: dopo 60 secondi il test era positivo!
Noi non ci credevamo ancora quindi ne ho fatto un altro ed anche quello era positivo. Sono arrivata a casa. Ero molto felice e ho deciso di parlarne con mia madre (certamente, ho 20 anni ). Pensavo che mi sarebbe stata accanto e che fosse stata più contenta di me perché anche lei voleva un/a nipote.
...continua
Incinta a 15 anni. Stavo per abortire, ma poi... Incinta a 15 anni. Stavo per abortire, ma poi...
il 26 Agosto 2013, Di mammenellarete
É iniziato tutto dalla rottura di un preservativo con un ragazzo conosciuto su un sito di incontri e che dopo un mese non rividi più... quando successe pensai subito che non sarei rimasta incinta, ma dopo due mesi che non mi arrivava il ciclo iniziai a preoccuparmi.
Andai a fare il test di gravidanza. Mentre lo facevo ero spaventatissima e pensavo a cosa fare se fosse risultato positivo: avevo 15 anni e una famiglia che non é tra le migliori.
Dopo qualche minuto vidi che era positivo e pensai subito all'aborto.
Chiamai subito un consultorio che conoscevo vicino San Pietro e mi diedero un appuntamento con un assistente sociale che mi spiegò che cosa dovevo fare e poi con una ginecologa che mi visitò.
Mi dissero che c'era poco tempo e che entro quella settimana dovevo abortire o non potevo più farlo.
Chiamarono un ospedale e mi dissero di venire venerdì mattina...
Mi spaventava l'idea di abortire, ma non potevo tenerlo perché sarebbe cresciuta in una famiglia che non gli poteva dare il meglio e dove c'erano sempre liti e forse anche senza padre...
La sera prima di quel venerdì mia madre mi vide strana e mi chiese se fossi incinta (lei ha un sesto senso che riesce involontariamente a sapere tutto su di me e i miei fratelli, siamo sei figli). Io non riuscendo a mentire, le dissi che
...continua
Madre per la quarta volta, tra mille difficoltà Madre per la quarta volta, tra mille difficoltà
il 22 Agosto 2013, Di Saby
Avevo 3 figli, la mia vita sembrava completa, tra mille difficoltà, una situazione economica sempre altalenante avevamo comunque coronato il nostro sogno, avere dei figli e sentirci tutti insieme una famiglia.
Tutto sembrava ormai al suo posto. A 35 anni come donna e madre non chiedevo null'altro.
Non avevo fatto i conti con il destino però, per me e mio marito era pronta un'altra sorpresa, una sorpresa che non ci saremmo aspettati. Un ritardo, un test di gravidanza positivo e a 35 anni suonati aspettavo un altro bambino.
Cosa ho provato? Difficile da spiegare: un misto tra paura, commozione, smarrimento, mi sentivo ancora madre ma questa volta una madre spaventata, confusa, sola. Come potevamo crescere un altro figlio? Come potevamo ricominciare da capo, pianti di notte, pappine, bavette, visite ginecologiche… Da Cristiana praticante l'aborto lo consideravo un gesto inaccettabile, eppure per un istante ho pensato che quel figlio non mi apparteneva, non era mio, non poteva essere mio, non avevo la forza e il coraggio di metterlo al mondo.
Ho pianto, sì, ho pianto davvero tanto.
...continua
La sera prima del parto: l'ho trascorsa in ospedale La sera prima del parto: l'ho trascorsa in ospedale
il 07 Agosto 2013, Di Nostrofiglio Redazione
La mia sera prima del parto è stata un po' alternativa.
Ho partorito a 40+1 con induzione per ipertensione e la sera prima l'ho passata in ospedale. Non era esattamente come me l'ero immaginata, ma almeno avevo la certezza che il giorno dopo avrei abbracciato il mio cucciolo.
Al mattino ero andata con mio marito a fare il monitoraggio e avendo la pressione altina, mi mandano a casa dicendo di tenerla sotto controllo tutto il giorno. Tornò a casa e così faccio.
Alle 20 di sera con la pressione ormai con picchi 200/130 mi reco al pronto soccorso
...continua
Incinta con una cardiopatia congenita Incinta con una cardiopatia congenita
il 06 Agosto 2013, Di Nostrofiglio Redazione
Questa è la mia storia, una storia di forza, amore e determinazione!
Sono mamma di uno splendido cucciolo di 13 mesi, bello come il sole!
 Il 20 novembre del 2011 mi accorgo che una piccola vita batteva nel mio ventre. La gioia mia e di mio marito era enorme e insieme a noi quella delle nostre famiglie.
Purtroppo sono nata con una cardiopatia congenita e all'età di 8 anni sono stata operata. All'inizio i medici non sapevano come gestire la mia cardiopatia, ma grazie alle nuove scoperte in campo medico, arrivò anche il mio momento: 8 ore di operazione a cuore aperto, 3 giorni di terapia intensiva, versamento pericardio dopo solo 2 settimane dall'intervento e conseguente drenaggio. Io e la mia famiglia abbiamo superato tutto alla grande e così la mia vita ha ripreso normalmente. Non mi sono mai limitata, ho sempre condotto una vita normale e ho goduto di ottima salute!
I medici non mi hanno mai vietato di avere figli, ma
...continua
Parto pretermine a 33 settimane Parto pretermine a 33 settimane
il 31 Luglio 2013, Di Nostrofiglio Redazione
La mia gravidanza è stata un po' complicata. I primi tre mesi sono trascorsi sereni e tranquilli, poi però, a 16 settimane, mi iniziano le contrazioni...
Inizialmente mi dicono di stare tranquilla, ma mi ritrovo ogni settimana al pronto soccorso. Le contrazioni sono tante, la pancia è sempre molto dura che non riesco nemmeno a stare in piedi. Ogni volta però al pronto soccorso mi liquidano con un "stai tranquilla".
Una sera arrivo al pronto soccorso con le contrazioni anche a 70%...
...continua