Home Storie Pancione

Probabile Sindrome di Down durante la translucenza nucale: mia figlia è nata sana!

di mammenellarete - 22.04.2024 - Scrivici

ecografia-a-12-settimane-di-gravidanza
Fonte: shutterstock
Mi consigliarono l'amniocentesi, ma avevo paura di perderla come avevo perso gli altri due prima di lei.. se fosse stata down non avrei abortito e l'avremmo amata lo stesso

In questo articolo

Ad Agosto 2018, a 30 anni, rimango incinta della mia prima figlia, Ginevra. Una bimba arcobaleno bellissima perché prima di lei ho avuto due aborti spontanei, una a 5 settimane e una a 9 settimane.
La notizia di essere incinta arriva improvvisamente, in un periodo di pausa che io e mio marito avevamo preso per la paura di altri aborti.

Siamo felicissimi e tutto procede bene. A Settembre il mio ginecologo mi manda a fare il bi-test con la traslucenza nucale spiegandoci di cosa si trattava e consigliandoci di farlo.
Il giorno della visita, nell'attesa che mi chiamassero, avevo uno strano presentimento che mi agitava e infatti la visita non andò bene.
Quando mi chiamarono e iniziarono con l'ecografia, notai subito che il medico prendeva continuamente la misura della traslucenza nucale.
Responso: 1 possibilità su 90 che mia figlia potesse avere la sindrome di Down perché la traslucenza nucale di mia figlia era di 3,5 mm. Gli altri marker erano tutti apposto ma la misura della traslucenza nucale non dava scampo. Il medico mi consigliò l'amniocentesi dicendomi che era l'unico modo per capire se veramente mia figlia avesse la sindrome.
Uscì da quella stanza disperata e impaurita.
Piansi per tre giorni interi.
Mio marito continuava a dirmi che secondo lui c'era qualche errore nella misurazione della traslucenza, tutto il resto era perfetto tranne quella. Lui sentiva nel suo cuore che nostra figlia era sana.

Non facciamo l'amniocentesi

Dopo tanto pensare, d'accordo con mio marito presi la decisione di non fare l'amniocentesi perché nonostante ci sia solo l'1% di possibilità che qualcosa possa andare male, non avrei rischiato la vita di mia figlia, avevo paura di perderla come avevo perso gli altri due prima di lei.. se fosse stata down non avrei abortito e l'avremmo amata lo stesso.
Dopo questa decisione, riesco a vivere serenamente il resto della gravidanza, alle altre ecografiale tutto è nella norma e niente fa pensare che mia figlia possa avere quel cromosoma in più.


Ginevra nasce il 21 marzo del 2019, sanissima!

La paura è tanta

A chi sta vivendo quello che ho vissuto io dico che capisco perfettamente la paura che sta provando.
Il bi-test è un esame probabilistico, nel corso degli anni ho letto tantissime volte di falsi positivi come il mio. Sono sempre più convinta che crea solo tanta ansia nei genitori senza dare una vera e propria conferma di nulla, affidatevi ad altri metodi per capire come stanno realmente i vostri figli. Per la mia seconda bimba mi sono rifiutata di fare il bi-test.
In bocca al lupo a tutte.

Di mamma Francesca

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso
TAG:

TI POTREBBE INTERESSARE