pancione

Primo parto, preeclampsia. Secondo, distacco di placenta. Ma stiamo tutti bene

Di mammenellarete
neonato2
07 Maggio 2014
Ho 26 anni e ho sempre desiderato avere figli. Da adolescente sognavo il giorno in cui avrei avuto il pancione. Gli anni passano e incontro mio marito. Anche lui desidera tanto mettere su famiglia. Allora ci proviamo, cerchiamo il primo figlio per 8 mesi.
Alla 6 settimana ho un'emorragia importante. Corriamo al pronto soccorso certi di averlo perso. Invece il medico ci dice che ne avevo 2. Erano gemelli... ne avevo perso uno, però rimaneva l'altro. Ero felice e turbata allo stesso tempo perché io che ignoravo fossero
Facebook Twitter More

in due ero felicissima che uno rimaneva. Avevo comunque perso l'altro.

Passano i mesi e la gravidanza procede. Sempre nella preoccupazione di perdere il bimbo per via dei dolori. Arriva la 37esima settimana, il giorno della visita dal dottore. Mi fanno gli esami dell'urina e c'erano proteine (preeclampsia grave). Mi portano in sala parto d'urgenza, peridurale e via...

Nasce il mio primo figlio. Ma non ho potuto vederlo subito. Ho passato 3 giorni nel reparto intensivo senza potermi alzare. Per via della preeclampsia.

Ma ci siamo rimessi e dopo 8 giorni ero fuori con il mio bimbo in buona salute.

Passano 2 anni e il desiderio di avere il secondo figlio si fa sentire. Dopo 7 mesi arriva.

Questa volta tutto sembra andare bene. Certo il rischio di un'altra preeclampsia c'è, pero sono seguita bene dal medico. Tutto procede bene. Una notte mentre entro appena nella 31esima settimana e mi viene un emorragia. Tanto sangue. Chiamo il medico che mi manda un'autobulanza. Arrivo al pronto soccorso e mi sentivo proprio male per causa dell'importante perdita di sangue. In 20 minuti mi hanno fatto partorire con anestesia generale e facendo uscire mio marito. Tutti erano allarmatissimi... c'erano circa 20 tra dottori e infermiere. La placenta si era staccata completamente e il bambino non ha avuto aria per circa 7 minuti. Apgar di 1! Intubazione del mio piccolo che pesava 1kg e 600. Io avendo perso molto sangue ero molto debole. Il bambino è stato in reparto intensivo per 2 settimane e in ospedale per un mese.

E' stato davvero difficile. Però mio figlio è stato grande e ha recuperato alla grande. Ma  il primo mese è stato molto difficile. Ho dovuto aspettare 2 mesi per potergli fare una tac al cervello per essere sicuri che la mancanza di ossigeno non avesse fatto lesioni.

Io dopo 8 giorni dal parto sono stata dimessa. E' difficilissimo tornare a casa senza loro. Dopo 2 giorni però torno in ospedale: stavo male ed ero gonfia. Mi hanno ricoverata altri 2 giorni perché avevo liquidi nei polmoni nelle gambe e attorno al cuore.

Ma... tutto è bene quel che finisce bene. :-)

Ecco qua. Avevo bisogno di far leggere questa mia storia e di dire a tutte le mamme: "CORAGGIO, ogni situazione difficile passa". L'importante è che alla fine i nostri amori siano nelle nostre braccia.

di Pamela

(Storia arrivata sulla nostra pagina facebook)

Preeclampsia, che cos’è

È una patologia che può manifestarsi unicamente durante la gravidanza (non per niente in passato era detta comunemente gestosi) e che colpisce nel mondo circa il 3-5% delle donne in attesa.

Compare, in modo abbastanza improvviso, nella seconda parte della gestazione, in genere dopo la 20ma settimana, ed è sicuramente una delle patologie più gravi dei nove mesi.

Per evitare danni, anche seri, per la mamma e per il bambino, è fondamentale diagnosticarla per tempo, soprattutto tenendo sotto controllo la pressione arteriosa.

Leggi tutto sulla Preeclampsia


Ti potrebbe interessare:

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it

LE ULTIME STORIE