Home Storie Pancione

Nostro figlio potrebbe nascere lontano dal padre

di mammenellarete - 16.04.2020 - Scrivici

ecografia-in-gravidanza
Fonte: shutterstock
Sono svizzera, il mio compagno italiano. Abbiamo una frontiera in mezzo. Non abitiamo ancora insieme e stiamo aspettando il nostro primo bimbo. La frontiera ora è chiusa, non lo vedo da un mese. Nostro figlio potrebbe nascere senza di lui.

Caro fagiolino nostro,

mi accarezzo il pancione e penso al futuro che ti sto dando. All'angoscia di mettere al mondo un esserino indifeso in questo mondo così incasinato.

Ti accarezzo e sei la mia unica compagnia in queste lunghe giornate di isolamento. Il tuo papà è lontano, sai? Avremmo voluto iniziare una vita tutti e tre insieme con la tua nascita ma. . . un dannato virus ha deciso di mettersi in mezzo ai nostri programmi.

Io sono da una parte di una frontiera. Lui dall'altra. E questa frontiera ora ci divide.

Il tuo papà è lontano e non ci vediamo da più di un mese. Tu nascerai e ti prenderò tra le mie braccia. Non sappiamo ancora però se il tuo papà ti potrà vedere o abbracciare subito di persona. Chissà se gli daranno la possibilità di superare quella frontiera oppure no. . .

Per fortuna tu stai bene

E' vero. Stiamo bene. Tu stai bene, caro fagiolino. E' questo l'importante.

Una gravidanza che sta passando come un soffio. E a volte ammetto che non mi sento del tutto pronta a diventare la tua mamma.

Stiamo cercando di organizzarci con le tue cose da comprare. Cose pratiche che ancora ci mancano, come la tua culla, i tuoi vestitini. Non è facile fare tutto online e lontani, ma ci riusciremo.  

Ci spiace che la tua vita sarà un po' più complicata di altri già dall'inizio, ma ce la faremo a stare tutti insieme. Se non subito pian piano ce la faremo.

Ci sposeremo

Il tuo papà mi ha chiesto di sposarci. Così all'improvviso. Perché ci amiamo tanto e ti amiamo all'infinito. Perché è il coronamento del nostro sogno d'amore. Tu lo sei e lo sarà il nostro matrimonio con te.

Speriamo tanto in un lieto fine a questa storia.  

Il lieto fine già sei tu, arrivato così all'improvviso nelle nostre vite. Il resto, lo scriveremo noi giorno per giorno.

La tua mamma

TI POTREBBE INTERESSARE