Home Storie Pancione

Mamma di due gemelli, dopo sei anni di tentativi

di mammenellarete - 24.03.2014 - Scrivici

gemelli.180x120
Oggi vi racconto la mia esperienza. Ho sempre desiderato un figlio, fin da quando ero bambina; ero veramente attratta da quei fagottini urlanti, dai loro mondo fatto di pappe, cacche e sorrisi. Ma si sa, a volte la vita non va come si pensa e si spera. Io e mio marito ci sposiamo presto, ci conosciamo da sempre, apparentemente la coppia perfetta, ma i figli? Dove sono? Il parentato comincia a chiedere come mai non desiderassimo figli. Ogni volta che qualcuno mi chiedeva: “Ma i figli?” una pugnalata al cuore, una bastonata fra capo e collo ed io con le lacrime agli occhi e il sorriso, quello non l’ho mai perso, sulle labbra a dire: “Arriveranno, noi abbiamo prima la carriera…”

in fin dei conti cosa vuoi fare, vuoi metterti a raccontare la tua ansia e frustrazione a tutti?

 

In cuor tuo tu sai che non è possibile, che dopo 4 anni che ci provi qualcosa avrebbe dovuto accadere e timidamente cominci a far serpeggiare l’argomento fra te e tuo marito che però, inizialmente, rifiuta il confronto liquidandoti con “arriveranno”.

 

Inizi a chiedere al tuo ginecologo che ti conferma i dubbi ma, onestamente, ti dice che non potrà seguirti perché per queste cose ci vuole qualcuno di serio, di esperto, qualcuno che faccia solo questo, pubblico o privato, ma non lui, rischierebbe di farti prendere ormoni a vuoto.

 

Nel frattempo che tenti di ordinare le idee, capire dove sbattere la testa e far capire a tuo marito che è ora di muoversi, i mesi passano e tu sei sempre più frustrato perché intanto intorno a te le cicogne sono sempre di più e cerchi di convincerti anche tu che prima o poi, arriverà!!!

 

Diventa un mantra, una filosofia di vita e intanto ti butti su lavoro, viaggi, progetti etc. … finché un giorno decidi di aprirti con una collega e amica e lei candidamente ti dice ”ma perché non senti questa mia amica? Lavora lì…”

 

Una luce, una speranza si accende, arrivi a casa e trascini tuo marito lì da quel medico che dicono essere il migliore… e qui comincia un percorso duro fatto di analisi, di notizie buone e meno buone, di interventi, ma alla fine dopo 2 anni e 3 tentativi, un aborto spontaneo, arriva la notizia: “Il cuore c’è, batte e… oh signora sono due”.

 

E tu, che dopo un mare di delusioni, non riesci nemmeno a gioire rimani lì imbambolato, chiedendoti se e come andrà…

 

Passa lenta, una gravidanza bellissima senza problemi ma con tanta ansia, ansia che non vada tutto bene, che la delusione e la frustrazione possano riprendersi gioco di te e ti ritrovi alla 32 settimana a prenotare il cesareo e poi a 36+4 nascono due meravigliosi bimbi sani. I miei gemelli!

 

La gioia è immensa, il cesareo non è poi questo grande intervento, forse perché comunque hai un motivo per rimetterti in piedi subito; i bimbi sono sani, niente TIN e te li porti a casa.

 

Lì comincia la storia più bella della tua vita, lo sconvolgimento è totale, ma tu sei una mamma ora e affronti tutto diversamente.

 

Non mollate mai!

 

di Chiara

 

Storie correlate:

 

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

TI POTREBBE INTERESSARE