Home Storie Pancione

Madre per la quarta volta, tra mille difficoltà

di Saby - 22.08.2013 - Scrivici

test-gravidanza.180x120
Avevo 3 figli, la mia vita sembrava completa, tra mille difficoltà, una situazione economica sempre altalenante avevamo comunque coronato il nostro sogno, avere dei figli e sentirci tutti insieme una famiglia. Tutto sembrava ormai al suo posto. A 35 anni come donna e madre non chiedevo null'altro. Non avevo fatto i conti con il destino però, per me e mio marito era pronta un'altra sorpresa, una sorpresa che non ci saremmo aspettati. Un ritardo, un test di gravidanza positivo e a 35 anni suonati aspettavo un altro bambino. Cosa ho provato? Difficile da spiegare: un misto tra paura, commozione, smarrimento, mi sentivo ancora madre ma questa volta una madre spaventata, confusa, sola. Come potevamo crescere un altro figlio? Come potevamo ricominciare da capo, pianti di notte, pappine, bavette, visite ginecologiche… Da Cristiana praticante l'aborto lo consideravo un gesto inaccettabile, eppure per un istante ho pensato che quel figlio non mi apparteneva, non era mio, non poteva essere mio, non avevo la forza e il coraggio di metterlo al mondo. Ho pianto, sì, ho pianto davvero tanto.

Credo di non aver mai pianto così tanto e di non essermi mai sentita così smarrita in tutta la mia vita. E poi la mia prima figlia aveva già 14 anni e da adolescente in piena crisi adolescenziale non accettò molto bene la notizia.

 

Cosa fare? I giorni passavano e la mia paura cresceva. Abitavamo in una casa davvero piccola, in 5 ci stavamo stretti, in 6 non potevamo davvero farcela. Mi sentivo colpevole, colpevole del mio atto d'amore, colpevole e incapace. Lo sguardo severo di mia figlia mi fece sentire davvero piccola, come avevamo potuto sbagliare così? A 35 anni si possono avere figli, certo, ma io di figli ne avevo già tre e non ne desideravo altri.

 

Mentre io cercavo forza, coraggio, sostegno, mio marito però aveva già deciso.

 

Per lui la situazione era chiara, nessuna confusione, nessuna perplessità, la scelta da fare era solo una! Ricordo ancora quelle sue parole chiare e decise: "In una casa dove vivono e mangiano 3 figli possono mangiare e vivere anche 4 figli".

 

Madre per la quarta volta, madre in una marea di difficoltà, madre per amore, per coraggio, ero ancora una volta mamma e se Dio aveva deciso per me io non potevo tirarmi in dietro.

 

Avevo ancora in cantina la culla di legno marrone, non so nemmeno perché la conservavo ancora! Avevo deciso, quel figlio era mio figlio e io ero già sua madre.

 

LEGGI ANCHE: INCINTA DEL SECONDO FIGLIO, HO PAURA

 

Una gravidanza difficile, faticosa. Il 10 Dicembre pronta come non mai son andata in ospedale per il mio cesario programmato. Avevo partorito 3 figli, non dovevo avere paura, ma di paura ne avevo tanta! Tantissima. Poi lui tra le mie braccia, un fagottino da amare, coccolare, proteggere, da allora è diventato il "cocco di mamma". Ogni figlio è un emozione unica, ogni volta pensi di saper perfettamente quale sensazione proverai, ogni volta però ti rendi conto che nulla è uguale alla volta precedente. E' come se si instaurasse con ogni figlio un legame unico e speciale.

 

LEGGI ANCHE: TUTTE LE STORIE SUL PARTO

 

Ora quel fagottino è un giovanotto, ancora oggi quando lo guardo penso a come sarebbe stata la mia vita se avessi deciso di gettarlo via. La nostra è una famiglia numerosa, non ricca, umile e modesta, ma piena d'amore.

 

In questi anni ho assistito ad ogni tipo di lite tra fratelli, ad ogni tipo di gelosia, incomprensione, mille volte mi son sentita una madre inadeguata, mille volte mi son chiesta e mi chiedo ancora se son stata con tutti loro una buona madre. Abbiamo vissuto tutti insieme centinai di difficoltà, ma siamo sempre là, ogni Domenica seduti alla nostra tavola.

 

Guardo la mia famiglia numerosa, i miei nipoti, e mi rendo conto che sono una donna fortunata, molto fortunata. Io non conosco la parola solitudine, pur avendo per una vita intera combattuto con una situazione economica difficile posso scrivere in tutta onestà che io, il segreto della felicità so qual è.

 

Sono fiera di me stessa anche se non sono una madre perfetta! Questo è il segreto della mia felicità.

 

Io sono felice, povera ma dignitosamente felice e ringrazio ancora Dio per la ricchezza che non avrà mai prezzo che mi ha donato, la mia famiglia è tutta la mia vita.

 

Mamma Francesca, madre di 4 figli, suocera di due nuore e due generi, 4 nipoti e uno in arrivo. Chiamatemi super nonna a 55 anni.

 

nonna con nipoti

(La storia di mamma Francesca scritta da Saby – io con mio figlio)

 

Sull’autrice

Saby è pugliese e madre di un bambino di 5 anni. E’ autrice della pagina facebook Io con mio figlio e del sito internet http://www.ioconmiofiglio.it

 

 

redazione@nostrofiglio.it

 

Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it

 

articoli correlati