Home Storie Pancione

Le sostanze da assumere e da evitare in gravidanza

di mammenellarete - 09.10.2009 - Scrivici

liquirizia_gravidanza_big.180x120
La liquirizia in gravidanza farebbe male al bambino. Lo dimostra una ricerca pubblicata sull’American Journal o Epidemiology: assumere troppa liquirizia, contenente glicirrizina, potrebbe comportare lo sviluppo di un bambino con un quoziente intellettivo inferiore rispetto alla media.

---

 

Ti potrebbero interessare anche...

 

 

La studio è stato condotto dall’Università di Helsinki e dall’Università di Edimburgo e l’esperimento ha coinvolto 321 bimbi di otto anni. Sono state analizzate le donne che in gravidanza hanno assunto una quantità di glicirrizina maggiore di 500 mg (sarebbero presenti in 100 grammi di liquirizia): si è dimostrato che le future mamme scelte come campione, avevano maggiore probabilità di partorire bambini con un quoziente intellettivo inferiore.

 

Gli studiosi hanno anche riscontrato in alcuni bambini la presenza della sindrome da deficit di attenzione ed iperattività (ADHD).

 

Ma perché la sostanza contenuta nella liquirizia provocherebbe questo “danno” al bambino?

 

La glicirrizina modifica la placenta, in tal modo gli ormoni dello stress della mamma attraversano questa ”protezione” naturale e raggiungono il piccolo influenzando, negativamente, il suo sviluppo a livello cerebrale.

 

Quali sono le sostanze che una donna dovrebbe assumere in gravidanza e che fanno bene allo sviluppo del bambino? Eccone due in particolare.

 

Ferro

 

Generalmente durante la gravidanza si soffre di carenza di ferro e stati anemici e l’organismo andrebbe integrato con l’aiuto dell’alimentazione. Se il medico ritiene che gli alimenti necessari non siano sufficienti a compensare i livelli bassi di ferro, allora si potrebbe pensare ad un integratore esterno che non sia legato agli alimenti.

 

 

• Milza, bovino 42.0000 • Fegato, suino 18.0000 • The, in foglie 15.2000 • Cacao, amaro in polvere 14.3000 • Crusca di frumento 12.9000 • Fegato, ovino 12.6000 • Storione, uova (caviale) 11.8000 • Pepe nero 11.2000 • Germe di frumento 10.0000 • Menta 9.5000 • Fagioli borlotti, secchi, crudi 9.0000 • Fegato, equino 9.0000 • Fagioli cannellini, secchi, crudi 8.8000 • Fagioli dall'occhio, secchi 8.8000 • Fegato, bovino 8.8000 • Rosmarino 8.5000 • Fagioli, secchi, crudi 8.0000 • Lenticchie, secche, crude 8.0000 • Rene, bovino 8.0000 • Radicchio verde 7.8000 • Pistacchi 7.3000 • Farina, soia 6.9000 • Soia, secca 6.9000

 

 

l’acido folico è una delle sostanze importanti da assumere in gravidanza

 

spina bifida

 

Ecco di seguito gli alimenti contenenti maggiore quantità di acido folico (ovviamente il medico va consultato in merito alle quantità periodiche di sostanza da assumere):

 

- Verdure a foglia verde (spinaci, broccoli, asparagi, lattuga); - Arance; - Legumi; - Cereali; - Frutta (limoni, kiwi, fragole); - Fegato

 

 

Nel 1998 la Food and Drug Administration- organismo USA per la sorveglianza su farmaci ed alimenti – ha disposto che alcuni cereali venissero fortificati con l’aggiunta di acido folico, quindi dal 1998 è possibile acquistare – sul mercato americano – alimenti con l’aggiunta di acido folico (0,14 mg per 100 gr):

 

- Riso; - Pane; - Farina e altri prodotti a base di cerali fortificati.

 

In Italia sono solo alcuni gli alimenti fortificati come:

 

- alcuni cereali da colazione; - alcuni succhi di frutta; - un latte speciale UHT

 

tutti prodotti di multinazionali.

 

Fonti - www.kataweb.it - www.dietaround.com - www.epicentro.iss.it

 

Curi la tua alimentazione in gravidanza? Parliamone insieme sul forum!

 

articoli correlati