Home Storie Pancione

Le infezioni vaginali in gravidanza

di mammenellarete - 29.04.2011 - Scrivici

infezioni-200.180x120
Durante la gravidanza si può riscontrare un consistente aumento delle perdite vaginali, che possono essere di consistenza acquosa (idrorrea) o più dense, bianche e inodori (leucorrea), e sono causate dai cambiamenti ormonali che avvengono nel corso della gestazione. Se le perdite sono accompagnate da prurito, bruciore o cattivo odore, e presentano una colorazione gialla o grigia, allora potrebbe essere in corso un'infezione.

In questo caso bisogna fare immediatamente una visita ginecologica e un tampone vaginale per individuare e arginare l'infezione e abolire così il rischio di aborto spontaneo o di danni permanenti al feto. Se trattate precocemente, le infezioni possono guarire in fretta e non comportare alcun pericolo. Esistono però anche infezioni asintomatiche, e perciò è corretto svolgere controlli costanti, durante e prima della gravidanza.

Gardnerella vaginalis

vaginosi batterica

Ectropion

ectopia cervicale

Gonorrea

blenorragia

Chlamydia

Candida

candida albicans

Mughetto.

Trichomonas vaginalis

Fonti principali: Wikipedia - EcoGin

Foto: Flickr

articoli correlati