Home Storie Pancione

La mia gravidanza con i risultati della rosolia positivi. Il mio miracolo

di mammenellarete - 03.04.2014 - Scrivici

virus-rosolia.180x120
Vi racconto della mia prima gravidanza travagliata, ma miracolata. Avevo 19 anni.. nell'estate del 2012 conosco il mio attuale compagno. Con il passare del tempo lui mi racconta che per colpa di un'incidente, diventa invalido e tra l'altro ha pochissime possibilità di poter avere figli. Così decidiamo tranquillamente di avere rapporti senza precauzioni. Passano due mesi e io ancora niente ciclo. Non mi preoccupo e a lui non dico niente pensando che fosse un normale ritardo perché essendo sottopeso mi succedeva spesso. Una sera decidiamo di comprare un test di gravidanza, ma non la prendiamo sul serio... Vado a casa sua, mi chiudo in bagno e faccio il test... Dentro di me avevo un sacco

di emozioni, ma qualcosa mi diceva che c'era un motivo ben diverso del perché non avevo avuto ancora il ciclo.

Aspetto 5 minuti.. chiudo gli occhi.. guardo il test.. POSITIVO...!!!!

Non sapevo se ridere o piangere... tremavo non sapevo che fare... ma com'era possibile??? Con un 30% di possibilità che il mio compagno aveva io rimango incinta tra l'altro dopo 15 giorni dall'ultimo ciclo!

Lui entusiasta dalla notizia scoppia a piangere e dice che questo è un dono di Dio per farci capire che eravamo giusti l'uno per l'altra.

Io rimango incinta i primi di ottobre e nel mese di novembre cominciano i problemi. Faccio le prime analisi del sangue e risulta tutto ok senza nessun risultato alterato...

In due mesi faccio delle altre analisi... ci sono le feste di mezzo per questo il consultorio che mi seguiva chiude. In ogni caso eravamo tutti felici perché avevamo scoperto da poco che sarebbe stato un maschietto e decidemmo di chiamarlo Matteo in ricordo di un cugino del mio compagno morto a 22 anni per un incidente.

Ritorno a metà gennaio... porto le analisi.

La ginecologa legge... è stranita.. mi guarda.. e ricontrolla le vecchie analisi.

Io la guardo.. capisco che c'è qualcosa che non va.

Ad un certo punto dice: "Le analisi dicono che hai preso la ROSOLIA."

Io divento bianca, guardo il mio compagno e dico: "Ma com'è possibile? Non ho avuto nessun sintomo l'unica cosa che ho avuto è stato un piccolo raffreddore agli inizi di dicembre".

Lei non sa che dire, mi fa l'ecografia, mi dice di stare tranquilla e dice di prenotare altre analisi da un'altra parte per assicurarci che non siano sbagliate.

Così faccio. Non do molto peso alla cosa... continuo a sperare che siano uscite sbagliate le analisi e che presto mi diranno "tranquilla è tutto ok".

Escono le altre analisi... niente i numeri salgono. Rifaccio le altre, i numeri salgono ancora. OK E' CERTO. HO PRESO LA ROSOLIA NEL PRIMO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA.

Iniziano così giorni d'inferno. Piangevo mattina e sera, il mio compagno non parlava più... litigavamo e basta.

Così decidiamo di andare da un ginecologo a pagamento sperando ci potesse dire qualcosa di più.

Ma volete sapere l'unica cosa che ci dice qual'è?

"NOI NON POSSIAMO ACCERTARCI CHE IL BAMBINO NON POSSA AVER SUBITO DEI DANNI AGLI ORGANI VISTO CHE HAI PRESO LA ROSOLIA PROPRIO NEI MESI IN CUI IL BAMBINO SI FORMA"

"ABBIAMO IL 50 E 50 DI POSSIBILITA' SCEGLI O ABORTISCI O LO TIENI"

Ero al 5 mese di gravidanza e ancora non avevo mai sentito il bambino muoversi, ma posso assicurarvi che appena le mie orecchie sentirono quelle parole sentì il mio piccolo muoversi come un pazzo nella mia pancia come a dirmi "MAMMA IO STO BENE E SONO QUI NELLA TUA PANCIA".

Io guardo il ginecologo e dissi: "NO, IO IL BAMBINO LO TENGO, PERCHE' SONO SICURA CHE STA BENE"

Lui mi guarda spaesato.. e dice... "MA LEI SA A COSA VA INCONTRO? FORSE NO, VISTO CHE E' COSI GIOVANE".

Io in quel momento mi alzo, lo ringrazio e me ne vado. (Leggi anche: raschiamento annullato. C'è battito)

Arrivo a casa e mi chiudo in camera, volevo stare sola... con il mio piccolo nella pancia... non volevo parlare con nessuno non volevo sentire nessuno.

Mi addormento e quella notte faccio un sogno... sogno il cugino del mio compagno che sorrideva ma non parlava... così mi sveglio di colpo.

La mattina dopo mia suocera arriva e mi dice: "HO TROVATO SU INTERNET UN POLICLINICO A PAVIA CHE FA L'AMNIOCENTESI PROPRIO PER I CASI DI ROSOLIA IN GRAVIDANZA, IL POLICLINICO SAN MATTEO DI PAVIA".

Da lì capisco e collego il sogno.

Nel frattempo una mia cara amica dopo aver fatto un viaggio a Medjugorje e mi portò un fazzolettino con stampato il volto della Madonna benedetto. Da quel giorno lo portai sempre con me nel reggiseno, dalla parte del cuore e iniziai a pregare e sperare che potesse andare tutto bene.

Partimmo dopo una settimana. Andiamo a Pavia e faccio l'amniocentesi... non vi dico come sono stata male!

Dopo due giorni mi chiama direttamente il primario: "SIGNORA VOLEVO COMUNICARLE CHE IL SUO BAMBINO STA BENE, LA ROSOLIA NON HA OLTREPASSATO LA PLACENTA".

Non potevo crederci... il nostro incubo era finito... finalmente!

Il 12 luglio avevo il termine...

La gravidanza procede benissimo, ma arrivò l'ultima settimana di giugno e siccome avevo qualche piccola contrazione vado a fare una visita di controllo e dopo la visita, tornai a casa e persi tantissimo sangue... tornai di corsa al p.s . Mi ricoverarono... mi diedero delle punture e mi mandarono a casa.

Arrivò il 10 luglio, una mattina tranquilla e calda. Mentre lavavo il pavimento mi accorsi che si erano rotte le acque.. non avevo dolori, stavo benissimo. In tre ore partorì tranquillamente e il mio piccolo Matteo era sano come un pesce!!!

Abbiamo poi fatto tutte le visite di controllo alla vista, all'udito, al cuore... era tutto ok!!!

Ora il mio piccolo ha quasi 9 mesi ed è uno spettacolo! Pensate un attimo. Mettetevi nei miei panni: se quel giorno avessi ascoltato le parole di quel ginecologo... e avessi deciso, nel dubbio, di abortire, a quest'ora non avrei il mio angioletto tra le braccia!

Sono stra convinta che in questi nove mesi nostro cugino Matteo ci è stato vicino e ci ha aiutato a superare tutto per questo lo abbiamo chiamato MATTEO-FRANCESCO (perché è nato nel 2013 nello stesso anno dell'arrivo del nuovo Papa).

di Denise

(storia arrivata per email a redazione@nostrofiglio.it)

Storie correlate:

TI POTREBBE INTERESSARE