Home Storie Pancione

L'agenda della gravidanza per le mamme piemontesi

di mammenellarete - 09.10.2009 - Scrivici

agenda_gravidanza_big.180x120
È arrivata l’agenda della gravidanza! Dal 1° ottobre a tutte le donne in gravidanza della regione Piemonte viene distribuita, in modalità gratuita, l’agenda per seguire passo per passo ogni fase della gravidanza. È un’iniziativa realizzata dall’Assessorato alla tutela della salute e sanità, in collaborazione con l’Assessorato al welfare, e l’Aress (Agenzia regionale per i servizi sanitari). Sono 200 i consultori della Regione che, per il momento, distribuiscono l’agenda della gravidanza e in questa prima fase distributiva le copie sono 20 mila e copriranno le esigenze della popolazione (a cui è diretta l’iniziativa) fino a marzo del 2010.

Ti potrebbero interessare anche...

 

 

Cosa è l’Agenda della Gravidanza?

 

Questa agenda è una sorta di diario informativo che contiene:

 

- 14 impegnative mutualistiche per gli esami base, esenti da ticket e già firmate con la possibilità di essere utilizzate presso laboratori, ambulatori e strutture sanitarie pubbliche;

 

- Informazioni sugli stili di vita da adottare nel periodo della gravidanza, parto e puerperio;

 

- Informazioni in merito ai diritti sulla maternità e la paternità;

 

- Alcune parti dell’agenda sono dedicate esclusivamente agli operatori sanitari che potranno annotare tutti i dati clinici necessari al percorso della gravidanza e note relative agli esami.

 

L’utilizzo di questo strumento aiuta la mamma e la coppia che aspetta un bambino a tenere a mente tutto quello che passo dopo passo ha riguardato lo sviluppo del proprio figlio nella pancia, è uno strumento molto utile per agevolare sia chi aspetta un bambino, sia gli operatori sanitari che velocizzano le operazioni ed in tal modo danno al possibilità di dedicarsi meglio ai pazienti e con una migliore qualità.

 

L’agenda contiene indirizzi e numeri di telefono utili che saranno, quando opportuno, via via aggiornati da parte delle aziende sanitarie che provvederanno anche alla stampa (successiva a quella delle 20mila prime copie previste) e alla distribuzione.

 

L’agenda della Gravidanza contiene anche una guida tradotto in cinque lingue – inglese, francese, tedesco, arabo, rumeno - per agevolare le donne straniere che usufruiscono del servizio.

 

Tutte le donne potranno usufruire dei servizi offerti dall’Agenda, anche quelle che scelgono di avvalersi di prestazioni private, questo per garantire un servizio omogeneo e una “garanzia di equità” - come sostiene Eleonora Artesio, assessore alla tutela della salute e sanità.

 

 

Com’è fatta l’Agenda?

 

È formata ad anelli, facilmente trasportabile e contiene zone a colori diversi a seconda delle parti destinate alla compilazione degli operatori sanitari o della donna in attesa.

 

Per maggiori informazioni consultate il sito della regione Piemonte: www.regione.piemonte.it.

 

Che ne dite di questa utilissima iniziativa? Parliamone insieme sul forum!

 

Ti potrebbero interessare anche...

 

 

articoli correlati