Home Storie Pancione

Inquinamento in gravidanza

di mammenellarete - 22.07.2009 - Scrivici

inquinamento_gravidanza_big.180x120
Che l’inquinamento ambientale fosse nocivo per la salute questo si sapeva già, ma che fosse nocivo per il feto, è un’informazione importante che ogni donna dovrebbe sapere. Le sostanze inquinanti penetrano nell’organismo della mamma e potrebbero comportare delle modifiche ai geni dell’utero della mamma predisponendo il piccolo ad ammalarsi alle vie respiratorie soprattutto di asma.

Ciò è stato dimostrato da una ricerca condotta presso l’ Università di Cincinnati, negli USA, dal gruppo di ricerca della dott.ssa Shuk-mei Ho e pubblicata dalla rivista “Plos One”. Lo studio ha dato i suoi risultati dopo la prova scientifica effettuata su 56 bambini dai quali è stato prelevato sangue dal cordone ombelicale.

Come sono riusciti a scoprirlo?

Analizzando un gene, hanno notato che l’espressione si modificava e si riprogrammava in base all’esposizione a sostanze atmosferiche inquinanti, come il benzene che è quello più diffuso nell’aria. I bambini asmatici posseggono proprio questo tipo di gene. I cosiddetti ipa, idrocarburi policiclici aromatici, sono sostanze nocive presenti nell’aria e la loro maggiore concentrazione si sviluppa proprio nei momenti di intensità di traffico, in effetti ciò che inquina di più è tutto quello che fuoriesce dai tubi di scappamento di auto e qualsiasi mezzo di trasporto.

Quello che la ricerca ha voluto dimostrare è che l’esposizione all'inquinamento di una donna in gravidanza può provocare problemi di salute anche al nascituro. Questo non provoca mutazioni genetiche, ma solo riprogrammazione dei tessuti che indurrebbe lo sviluppo di alcune malattie nel feto che si esprimerebbero in un successivo momento della vita, anche a distanza di anni.

Quanto l’inquinamento influenzi lo sviluppo del feto, l’abbiamo già visto ma che possa colpire molto di più i maschi lo dimostra la ricerca di alcuni scienziati canadesi che hanno analizzato circa cinque milioni di bambini tra il 1981 e il 2003 cercano di capire qualche fosse il rapporto tra agenti inquinanti e sviluppo dei bambini.

Le sostanze inquinanti in una donna in gravidanza: - ridurrebbero la produzione di ormoni maschili; - provocherebbero una riduzione di peso nei nati maschi (alla luce del fatto che il peso di una femminuccia è di solito sempre inferiore rispetto a quello di un maschietto).

Molto probabilmente gli agenti inquinanti agiscono a livello endocrino.

Consigli per le future mamme

La cosa fondamentale da fare è quella di circolare con la mascherina, soprattutto se si vive in grandi città come Roma, Milano, Torino in cui il traffico intenso quotidiano provoca una produzione maggiore di agenti nocivi. Inoltre si consiglia di non uscire nelle ore di traffico intenso e cercare di effettuare percorsi alternativi tra strade meno ricolme di auto.

Discutiamo insieme di questo argomento sul forum!

articoli correlati