Home Storie Pancione

I sintomi della mia gravidanza

di Lisa Sorrentino - 31.10.2013 - Scrivici

donna-felice.180x120
Ancora non sapevo di essere incinta e già il mio corpo si era adeguato e trasformato alla nuova condizione. I sintomi più comuni in gravidanza, quelli che colpiscono il 70% delle donne, erano tutti già presenti praticamente da subito. Primo tra tutti la trasformazione fisica. La cassa toracica, quindi il costato, era salita verso l'alto e si era dilatata (motivo per cui ancor prima di fare il test già sapevo di essere in attesa). Seno aumentato di volume. Intolleranza

per tutti i profumi, ero diventata sensibilissima e mi davano fastidio e nausea. Che si trattasse di deodoranti o cibo, ogni odore era troppo forte.

 

Nausea, tanto odiata nausea che non mi abbandonava mai, né che mangiassi, né che facessi il digiuno fino a farmi avere come migliore amica una bacinella.

 

Di contro un'insaziabile fame, di tutto, ma che dovevo gestire e tenere sotto controllo per la nausea.

 

A quel punto vedevo il traguardo dei tre mesi come un atto liberatorio da quel tormento, mentre invece non è stato, perché... ahimè, sono continuate fino al parto.

 

Quindi urgeva una strategia di sopravvivenza: piccoli pasti evitando cibi troppo elaborati, e intervenire ai primi segnali. E' capitato di ritrovarmi a scartare confezioni nel bel mezzo della spesa in un supermercato!

 

Gli sbalzi ormonali che alternano momenti di immensa allegria a giorni dove desideri solo di scomparire oppure ti disidrati versando fiumi di lacrime, furono una sorpresa che si è trasformata in "normalità" confrontandomi con chi già ci era passata! Ero convinta che fosse d'obbligo essere felici quando si attende un figlio, e quelle strane sensazioni di cui nessuno mai mi aveva parlato, mi davano l'impressione di essere un'aliena.

 

Gli stessi che poi creavano momenti di tensione nella coppia e che a volte anche io facevo fatica a gestire.

 

Sete incredibile sedata solo dall'assunzione di acqua super gassata (che ho sempre odiato!)

 

Stanchezza cronica che era difficile da controllare anche perché lavoravo dalla mattina a sera. D'altronde anche il ginecologo mi consigliava di continuare a farlo, mi continuava a ripetere che non ero mica malata, ero solo incinta, e il suo modo di parlare mi rassicurava.

 

A quel punto,però, mi sono concessa un caffè (che prima non prendevo!) dopo pranzo per resistere al sonno.

 

Caldo, caldo, caldo (già da aprile!), avevo perennemente caldo, e per chi mi conosce sa che era una condizione ai limiti con la mia realtà.

 

Il corpo che si trasforma e che inizia dopo i primi mesi a limitarti nei movimenti, quindi bisogna adeguarsi ai nuovi volumi...

 

Che bello essere "malati" di gravidanza! :-)

 

Quali sono stati i sintomi della vostra gravidanza? Scrivetelo nei nostri commenti!

 

Ti potrebbe interessare:

 

I sintomi di gravidanza secondo le mamme

 

Dal magazine: i primi segnali di gravidanza

 

Entra nel forum nella sezione segnali di gravidanza e consulta gratuitamente il nostro ginecologo. Non sei ancora registrata? Registrati qui

 

Fai anche il quiz sui segnali della gravidanza

articoli correlati