Home Storie Pancione

Ho partorito il mio angioletto: poteva nascere con malformazioni

di mammenellarete - 03.03.2023 - Scrivici

lutto
Fonte: shutterstock
Avevo poco liquido amniotico e il bimbo poteva nascere con malformazioni agli arti superiori e inferiori, cieco... ora lui proteggerà per sempre noi e i suoi fratellini

In questo articolo

Salve sono una mamma di due figli: uno di 5 anni e uno di 2 anni e mezzo.

A luglio dopo un ritardo di dieci giorni scopro di essere in attesa... all'inizio non l'ho presa bene, ero titubante se portare avanti la gravidanza o fermarla perché avendo già due figli, soprattutto molto vivaci, non sapevo se sarei riuscita a conciliare il tutto. Soprattutto non volevo fare pesare tutto sui miei genitori.

Ma il 26 settembre dopo un'ecografia, vedendo il bimbo tutto formato, decisi di portarla avanti.... è un dono di Dio. 

La situazione cambia

Faccio il duo-test: il bimbo stava bene... contentissima il 4 novembre facendo un'ecografia di controllo il mio ginecologo scopre che il liquido amniotico era scarsissimo.

Dopo circa dieci giorni faccio un successivo controllo e la situazione non è cambiata... il mio ginecologo mi disse che il bimbo poteva nascere con malformazioni agli arti superiori e inferiori, cieco, ecc... Mi sentii cascare il mondo addosso... però testarda contattai il centro di medicina fetale e diagnosi prenatale per una premorfologica.

Facendo una visita più approfondita mi dissero che il liquido era scarso però il bimbo era sano. 

Arriva la morfologica

Aspettai la 20esima settimane e feci la morfologica e la situazione non cambiò: il bimbo era sano, ma il liquido sempre scarso. Anche la ginecologa che mi effettuò la morfologica mi disse che il bambino poteva nascere con malformazioni agli arti, ecc...e mi dissero di pensarci bene se portare avanti o meno la gravidanza.

Il pomeriggio dello stesso giorno andai anche da un noto professore e mi disse la stessa cosa... allora io e mio marito prendemmo la decisione di procedere con l'aborto, anche perché lavorando nell' ambito sanitario, vediamo i sacrifici che fanno i genitori con figli disabili. Sarebbe nato infelice e avrei sacrificato i miei bimbi e i miei genitori a una vita infelice.

.. la vita di tutti sarebbe cambiata.

Il 13 dicembre mi hanno ricoverato. Arrivai in ospedale che avevo perso tutto il liquido però il bambino aveva ancora il battito... era un bimbo forte. Il 14 dicembre con un parto naturale ho partorito il mio piccolo angioletto: 500gr e 30 cm. Ora lui proteggerà per sempre noi e i suoi fratellini.

Di mamma Marilisa

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE