Home Storie Pancione

Gravidanza con due gemelle

di Debora Uberti - 16.05.2013 - Scrivici

gemellini-400.180x120
Incinta, ero incinta! Incinta di due gemelle! Come avrei fatto? Ci sarei riuscita? In quel momento ricordo, di aver provato un "brivido", un misto di gioia e timore. Alla prima esperienza di mamma, per lo più con due bambini da dover accudire, lo smarrimento iniziale non è da poco.

--

 

di Debora Uberti

 

La gravidanza, credo che per una donna sia un'esperienza veramente unica. Talmente intima e delicata che portiamo dentro di noi per tutta la vita. Non possiamo dimenticare il giorno nel quale siamo state dal ginecologo e ci ha detto che stavamo aspettando un bambino. Nel caso in cui poi, veniamo informate che il bambino/a non è uno ma due, proviamo un'iniziale smarrimento, accompagnato da una gioia immensa.

 

Per me era il Gennaio 2008, quando ho saputo di aspettare due gemelle.

 

"Hai fatto bingo, sono due", queste testuali parole sono state quelle esclamate dalla ginecologa, che mi ha seguito per i mesi a venire. In quel momento ricordo, di aver provato un "brivido", un misto di gioia e timore. Alla prima esperienza di mamma, per lo più con due bambini da dover accudire, lo smarrimento iniziale non è da poco.

 

Come avrei fatto? Ci sarei riuscita? Ma in realtà, posso dirvi che il mestiere di mamma, è del tutto naturale. E' innato, non c'è nessuno che ce lo insegna, certo si accettano consigli di chi ci è passato prima di noi, ma dopotutto dobbiamo prenderci le nostre responsabilità e crescere i due esserini che giorno dopo giorno crescono all'interno del nostro corpo.

 

Inizialmente sembra quasi che non sappiamo nemmeno come fare per tenerli in braccio, sono talmente piccoli....

 

Abbiamo paura quasi di fargli male, ma appena li teniamo fra le braccia le paure svaniscono ed esce fuori la mamma che è in noi.

 

La gravidanza gemellare è ritenuta una "gravidanza a rischio", anche se in realtà a me non ha mai dato grossi problemi.

 

Ho avuto solo nei primi mesi, qualche episodio di svenimento, risolto poi da un'integratore da prendere la mattina, prescrittomi dalla mia ginecologa.

 

La pancia cresce molto, lo spazio per tutti e due specialmente verso i 6-7 mesi incomincia a diventare stretto. Inoltre mi sono ritrovata ad affrontare il caldo estivo e questo non mi è stato di aiuto, anzi...mi mancava il respiro.

 

Ho incominciato ad avere delle contrazioni il mese di Agosto, per cui mi è stata prescritta la vasosuprina fino ad Ottobre, fine del tempo per partorire. Ma arrivato Ottobre, Giada e Elena non volevano saperne di nascere, per cui mi hanno sottoposto a "parto indotto".

 

Parto indotto, naturale e non cesareo con i gemelli? Sì perché le bambine erano tutte e due cefaliche e non avevo nessuna complicazione che induceva a procedere con il taglio cesareo.

 

Ho potuto ricorrere all'epidurale, che vi consiglio, perché mi è stata di grande aiuto. E finalmente dopo un giorno di travaglio, sono stata ricoverata il 13 Ottobre mattino, ho partorito il 14 Ottobre a 12:00 Giada, che era la prima con un peso di 3230 e Elena la seconda con un peso di 2340.

 

Il dopo parto non è stato tutto rose e fiori, avevo perso più sangue del dovuto e con emoglobina a 6 sono dovuta ricorrere a due trasfusioni di sangue. Elena stava bene e Giada anche, questo era l'importante.

 

Ora dovevo solo iniziare il mio nuovo lavoro, ero stata assunta come "mamma a tempo pieno e indeterminato"

 

Ti potrebbe anche interessare:


Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

articoli correlati