Home Storie Pancione

Gli esami in gravidanza durante il secondo trimestre

di mammenellarete - 03.03.2011 - Scrivici

esami-in-gravidanza-secondo-trimestre-400.180x120
Quali esami  effettuare nel corso del secondo trimestre di gravidanza. Nel secondo trimestre entriamo nella periodo fetale della gravidanza, in questo momento è necessario, come nel primo trimestre, realizzare tutta una serie di test per monitorare l'andamento della gravidanza e la salute del feto. Durante questo periodo gli esami possono essere suddivisi nel corso delle settimane.

Dalla 16esima alla 17esima settimana, sarà necessario effettuare i seguenti esami:


  • Alfafetoproteina plasmatica: per verificare l'indice di rischio di malformazioni del tubo neurale.
  • Esame urine: per rivelare la presenza di alterazioni renali (può anche suggerire la presenza di diabete).
  • Urinocoltura: per esclude la presenza di infezioni delle urine. Questo è un esame importante dal momento che le infezioni urinarie possono manifestare alle volte scarsi segni clinici e passare quindi inosservate.
  • Toxotest e/o Rubeotest solo se negativi nelle prime analisi.
  • Test di Coombs indiretto: solo se gruppo sanguigno Rh negativo.
  • Se necesarrio in queste settimane si può effettuare un'amniocentesi.

Dalla 16esima alla 22esima settimana:


  • Esame emocromocitometrico: per rivelare la presenza di anemia, carenza di piastrine, ecc.
  • Creatininemia: per indicare la funzionalità renale.
  • Esame urine: per rivelare la presenza di eventuali alterazioni renali.
  • Toxotest e/o Rubeotest solo se negativi nelle prime analisi.
  • Test di Coombs indiretto: solo se gruppo sanguigno Rh negativo.
  • La seconda ecografia ostetrica.

esami

infezioni nel corso della gravidanza

Leggi anche:

Gli esami in gravidanza durante il terzo trimestre

Gli esami in gravidanza durante il primo trimestre

articoli correlati