Home Storie Pancione

Emorragie in gravidanza: la mia testimonianza

di mammenellarete - 09.06.2021 - Scrivici

minzione-frequente-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Nessuno ancora oggi sa perché io avessi quelle violente emorragie (che si sono ripresentate anche con la seconda gravidanza, dalla quale è nata una bimba), ma quello che ho imparato io da tutto questo è che a volte la vita ti sa piacevolmente sorprendere...

Tutto iniziò con delle strane mestruazioni, un ciclo troppo scarso e corto rispetto al mio solito, e a questo si aggiunse anche la netta sensazione (che mai avevo provato) che c'era qualcosa di diverso in me...

Andai in farmacia, presi un test di gravidanza e, dopo mille delusioni e sogni infranti, eccole le due lineette. Positivo!!! Lo dissi immediatamente a mio marito: lui quasi non credette alle mie parole e, da uomo pragmatico quale di solito è, mi disse che non ci dovevamo fasciare la testa prima di essercela rotta.

Beta hcg altissime

Feci gli esami del sangue, come consigliatomi dal ginecologo. Le beta, altissime, confermarono il test. Una gioia indescrivibile così dissi a mio marito: "Siamo incinti, ce l'abbiamo fatta!!!". Ma lui ancora non si volle illudere e mi disse che voleva aspettare la prima ecografia. Intanto cominciai ad avere delle piccole perdite di colore rosa alle quali cercai di non dare troppo peso. Nel frattempo arrivò il giorno tanto atteso: la prima visita dal ginecologo!

Lo ricorderò per sempre e mi viene ancora un vuoto allo stomaco quando ci penso. Ero nella sala d'attesa, di lì a poco sarebbe toccato a me, non vedevo l'ora. Andai in bagno e sentii una strana sensazione. Istintivamente guardai nel wc... ricordo che c'era tanto sangue. Avevano appena avuto un'emorragia. Ero sconvolta. Ricordo che piansi, ma mi rivestii e mi ricomposi in fretta, corsi fuori e in quel momento, per fortuna, venni chiamata. Era il mio turno. Con la morte nel cuore entrai nello studio del mio ginecologo e gli raccontai quello che era appena successo. Mi calmò e mi disse con voce ferma: "Adesso vediamo...".

Mi stesi sul lettino e il dottore iniziò a farmi l'ecografia interna nonostante l'emorragia che non si era per nulla fermata, anzi! Io cercai di trattenere le lacrime e provai a farmi forza dicendomi che forse era meglio così visto che ero di poche settimane piuttosto che questo fosse avvenuto più avanti... Così chiusi gli occhi, rassegnata, ma a un certo punto sentii la voce del dottore che (stupito positivamente) mi dice: "Eccoli! Stanno bene".

Ero incinta di due gemelli

Erano gemelli... E per la prima volta sentii il suono del loro cuoricino, del mio doppio miracolo! Quei due puntini, ognuno nella propria camera gestazionale e con le rispettive placente, nonostante tutto, erano ancora lì. Non starò qui a raccontarvi la mia felicità.

Ricordo come fosse oggi che, mentre il medico si inginocchiò per pulire da terra tutto il sangue perso, mi disse che mi avrebbe fatta ricoverare. Allora corsi in ospedale e anche lì ancora emorragie, continue ecografie ma i miei puntini resistevano e crescevano bene!

Credetemi, ho avuto molte altre emorragie che non vi starò a raccontare e che sono durate quasi fino alla fine del sesto mese. Una gravidanza che non augurerei nemmeno alla mia peggior nemica, ma dalla fine quei due puntini sono nati sani con parto cesareo alla 37 settimana e pesavano quasi 3.200 chili il maschio e 2.700 chili la famminuccia.

Nessuno ancora oggi sa perché io avessi quelle violente emorragie (che si sono ripresentate anche con la seconda gravidanza, dalla quale è nata una bimba), ma quello che ho imparato io da tutto questo è che a volte la vita ti sa piacevolmente sorprendere...

Di mamma Alessandra
 
(Vuoi scriverci anche tu la tua storia? Mandala a redazione@nostrofiglio.it)

TAG:

TI POTREBBE INTERESSARE