Home Storie Pancione

Cosmetici in gravidanza: cosa evitare?

di mammenellarete - 25.01.2011 - Scrivici

cosmeticigravidanza_ap.180x120
Durante la gravidanza tutto ruota attorno alla salute del bambino, e il veicolo per il suo benessere è il nostro corpo. Attraverso la pelle e la respirazione si assorbono molte sostanze dall'esterno, e queste, una volta entrate in circolo, possono filtrare nella placenta. Se poi si tratta di sostanze come ammoniaca, nichel o ossidanti, queste possono compromettere la salute del feto. Le sostanze possono essere assorbite attraverso creme, abiti, inquinamento atmosferico, tinture, cosmetici in generale. In particolare nei primi tre mesi di gravidanza, quando la tempesta di ormoni sconvolge l'organismo e stabilizza i valori perché il corpo accolga la gravidanza al meglio, è meglio evitare cosmetici sospetti.

Cosa si intende per cosmetici sospetti?

 

leggere le etichette

 

BioDizionario

 

gestazione

 

allattamento

 

No ai tatuaggi in gravidanza, e non perché siano stati reputati tossici, ma perché non sono stati fatti studi specifici che ne garantiscano la sicurezza, e perché la pelle, durante la gestazione, è diversa, più sottile, più fragile. Pertanto il tatuaggio potrebbe scatenare dermatiti o semplicememente deformarsi dopo il parto.

 

In ogni caso, qualsiasi cosa che possa essere assorbita dal corpo, deve essere monitorata, e sicuramente informarsi su internet non basta: il nostro ginecologo saprà essere molto esauriente, e un buon erborista potrà darci ottimi consigli su quali olii essenziali evitare e quali invece sono consigliati per contrastare le nausee da gravidanza, per prevenire le smagliature, fare massaggi contro la cellulite e quant'altro. Un buon prodotto è l'olio di mandorle da usare su tutto il corpo per massaggi linfodrenanti e per favorire l'elasticità della pelle, e adatto anche alla pelle dei bambini.

 

 

prodotti di bellezza

 

INCI

 

Voi sapete leggere le etichette dei prodotti che comprate?

 

Vietate le creme anticellulite perché contengono ormoni, mentre la ceretta può danneggiare i capillari (più fragili in questo periodo); le tinture per i capelli in gravidanza sono ammesse solo se molto naturali e completamente prive di ammoniaca (anche l'henné è ok), e per quanto riguarda smalti e solventi, c'è chi dice che non hanno potere assorbente e che sono quindi atossici, mentre altri sostengono il contrario. Sicuramente un'inalata di solvente non è il massimo delle aspirazioni per una donna incinta, senza dimenticare che l'olfatto diventa molto sensibile e potreste respingere voi stesse i cosmetici che dall'odore vi danno cattive reazioni.

 

Nel dubbio, è bene consultare più medici o esperti, e comunque limitare l'uso di tutti i cosmetici, sia in gravidanza che durante l'allattamento.

 

Quali cosmetici consiglieresti alle tue amiche in gravidanza? Hai provato qualche prodotto che ti è sembrato molto buono? Cosa consiglieresti a una mamma in dolce attesa? >> rispondi al sondaggio

 

--- Foto: Flickr

 

articoli correlati