Home Storie Pancione

Consigli pratici per future mamme di gemelli

di mammenellarete - 19.03.2015 - Scrivici

gemelli.180x120
La mia esperienza di mamma di due gemelli con la crisi. Non abbiamo dovuto rinunciare a nulla. Ci siamo organizzati e siamo testimoni ogni giorno di un miracolo stupendo: crescere due gemelli.

Fai un test di gravidanza. Quel bastoncino di plastica pronto a cambiare la vita. Poi arrivano le analisi per vedere le beta e dopo la prima visita provi un'emozione fortissima, la più forte della tua vita...

Ma quando scopri che nel tuo pancino batte più di un cuoricino, le emozioni sono diverse e contrastanti. Iniziano le prime paure. All'inizio la paura è l'unico sentimento che prevale... Poi la gioia si fa più evidente man mano che realizzi e dentro di te ti fai una gran bella risata. Da adesso in poi inizierà un periodo bellissimo, ma anche strano.

Bisogna dirlo in casa ad amici e parenti, inizieranno discorsi a volte simpatici a volte pesanti... Scoprirai intorno a te mille medici come zia, nonna, cognata. Ti spiegheranno come comportarti, come mangiare. Ti faranno presente che potresti ingrassare come una balena e che non dormirai più. Che sei incinta e che ora sono cavoli tuoi ecc... Dovresti dargli il latte tuo oppure dagli quello artificiale...

Fai un sorriso di educazione e dentro di te si accende in vulcano... Oggi penso a quei momenti con rabbia perché chi ti sta intorno ti toglie la serenità che dovresti avere invece di donartela. Impara a non sentire nessuno e scopri la bellezza della tua gravidanza giorno per giorno, passo dopo passo, fino al momento magico quando avrai quei piccoletti accanto a te...

Voglio scrivere della mia bellissima esperienza, perché togliendo gli esterni, il rapporto tra me e il pancione è stato qualcosa di stupendo...

Ma andiamo per ordine...

I primi mesi di gravidanza... Quelli tragici delle nausee...

Potresti essere fortunata a non averne oppure potresti essere tipo me che andavo in giro con una busta di plastica e vomitavo ogni due minuti. Ti assicuro che passa... E' tosta ma passa. Trova ciò che può aiutarti: io per esempio vivevo di liquirizia e limone... Chi con coca cola e chi con cracker. Ognuna di noi a modo suo...

Poi finisce il primo trimestre ed inizia un periodo stupendo. La tua pancetta cresce e tu sarai orgogliosa quando le persone ti fermano per strada e tu fiera dirai che sono più cuoricini a battere... Vedrai, ti daranno più soddisfazione gli sconosciuti che i parenti :). Inizi a prendere cosine per i tuoi piccoli (non esagerare nel comprare tanto ti regaleranno tantissime cose e soprattutto valuta qualcosina di piccolino perché spesso i gemellini sono più piccoli dei neonati singoli.... (le mie pulci nuotavano nella taglia zero mesi). Anche se devi comprare oggetti valuta realmente cosa occorre e cosa invece e davvero utile.

La carrozzina ad esempio costa un sacco di soldi. E serve realmente? Io le mie le ho messe in una singola una da un lato e una dall'altro lato. Poi a tre mesi ho comprato un passeggino gemellare totalmente reclinabile con un bel materassino sopra e via. Ognuna di voi sa quale sono le proprie possibilità. Se ne avete per carità, è bellissimo. Noi abbiamo preferito risparmiare qualche soldino. Ma continuiamo con la gravidanza...

L'ultimo trimestre... La pancia inizia a pesare realmente.... I piedi si gonfiano... Hai una scusa bella e buona per farti coccolare di più dal marito o compagno e anche qualche massaggino in più ai piedi non potrà negarvelo ;)

Durante tutto questo periodo è bene pensare al fatto che forse i bimbi potrebbero nascere prima... Forse no... Però prepararsi psicologicamente fa sempre bene.

I tuoi cuccioli potrebbero restare in TIN terapia intensiva neonatale perché nascono prematuramente. Scegli quindi bene l'ospedale dove partorire (non una clinica) dove ci sia la TIN e che sia facile per te da raggiungere altrimenti rischi di partorire in un posto e dopo il parto portano i bimbi lontano da dove abitate e tutti i giorni arrivarci è uno stress doppio...

Ti ripeto, magari non serve... Però preparati perché un conto è uscire dall'ospedale senza pancia e senza bimbi preparati, un conto è uscirne totalmente inconsapevoli...

Invece se escono con te sarà una gioia in più...

La TIN noi l'abbiano vissuta per ben 23 giorni. E' un posto con persone che diventano la tua famiglia. Infermiere e dottoresse che sono una cura per i tuoi bimbi ma lo sono anche con te e si prendono cura di tutti. Ti consigliano, ti insegnano le prime cose, ti ascoltano e vivono con te quei momenti, quei miracoli che tutti i giorni si compiono sui tuoi bambini... Gioiscono con te per ogni grammo preso dal tuo bambino... Perché ogni grammo è un passo verso casa.

Arriva quel momento... A CASA... mamma di gemelli.

Sei una mamma speciale e non spaventarti per le nottate. Se dovrai farle ci riuscirai. Ma noi abbiamo un dono. Siamo più capaci di comprendere un pianto se è di capriccio o di dolore. Tranquilla, saprai comportarti e decidere cosa fare. Non voglio darti consigli su come educare perché ognuno di noi ha i suoi modi. Ma vedrai, non sarai tra quelle mamme che passano le notti a cullare perché non hai ancora venti braccia. Io le ho fatte dormire nella nostra stanza fino ad un anno di età. Il lettino era attaccato alla mia parte così quando piangevano sentivano la mia presenza senza mai stare nel lettone (è pericoloso far dormire i neonati nel lettone, soprattutto quando è più di uno).

Quando hanno fatto un anno le ho portate nella loro cameretta, ho dormito con loro una settimana, poi mi alternavo ed ora dormono sole. Ogni tanto mi è capitato di dovermi alzare per il ciuccio, ma va benissimo così. Hanno imparato a dormire tra di loro... Le metto a letto, spengo la luce e buonanotte.

Per quanto riguarda la pappa, se ci riesci, falle mangiare insieme: se hanno gli stessi orari, tu avrai più tempo per riposare o fare altro. Semplicemente io incrociavo le gambe e mettevo loro sopra un biberon ad una e un biberon all'altra (anche per questo motivo, lo scaldabiberon per me è totalmente inutile... Pentolino di acqua calda e via).

Per quanto riguarda le cose pratiche... Almeno all'inizio evita di farti regalare qualsiasi cosa dalle mamme di cuginetti amici ecc... Ti troverai bustoni di vestitini senza capirci nulla... Compra qualcosina, poi aspetta che ti regalino le cose per la nascita e poi guarda di cosa hai realmente bisogno. E' inutile riempire la casa di cose inutili. Una volta che capisci quanto vestono i vostri cuccioli di una casa, con i saldi vai a comprare vestitini per l'anno successivo (io ho fatto dei veri affari).

Qualcosa che io ho trovato molto utile è stato lo sterilizzatore (quello con acqua...). Butti tutto lì dentro e via... Cosa inutile: i termometri infrarossi auricolari ecc... Non funzionano come il caro vecchio termometro....

Attenzione con i pannolini (e non spaventarti perché le taglie piccoline non sono mai in offerta... Ma quelle grandi sì). Non esagerare nel comprarli senza che prima non ti sia fatta calcoli sulle taglie. I bimbi crescono in fretta e rischieresti di buttarli.

Noi abbiamo anche comprato un cuocipappa: l'ho trovato utilissimo! Ho fatto omogenizzati e pappe buonissime fatte in casa. Sapevo cosa gli davo ed erano sicuramente più buone ed economiche... Per il resto che altro dirvi. E' qualcosa di stupendo.

Leggi i consigli che ho scritto e prendili come fossi un'amica che vuole farti capire che il mondo che ti sta aspettando è fatto soprattutto di continue gioie, tenerezze e abbracci...

Vedrai i tuoi cuccioli crescere insieme.

Vedrai come cambierà il modo di rapportarsi tra di loro: dalla totale indifferenza fino a quando arrivo il giorno in cui si vedranno come un essere distinto a loro e ci saranno abbracci, baci, amore e piccoli litigi... Ci sarà il più forte che prevarrà sul più debole, ma guai a chi lo tocca.

Tu sarai testimone di tutto... Non è un dono bellissimo?

di Francesca

(Francesca ha scritto anche la storia: avere due figli con la crisi è possibile)

articoli correlati