Home Storie Pancione

Abbronzarsi in gravidanza: come, quanto e quando

di mammenellarete - 12.07.2010 - Scrivici

pancione-estate-400.180x120
Se c'è un aspetto positivo dell'essere incinta durante i mesi più caldi è sicuramente quello del poter fuggire, anche per lunghi periodi, in qualsivoglia località di mare. Ma come comportarsi sulla spiaggia in modo sicuro per se stesse e per il bambino? Mare, spiaggia e cucina ittica ben si conciliano con la gravidanza; l'unico problema riguarda l'eccessiva esposizione al sole. In realtà non ci sono grosse controindicazioni all'abbronzatura durante la gestazione  e anche i medici sono concordi nel ritenere che anche il pancione può godersi una moderata tintarella, seppur con qualche accorgimento.

Ti potrebbero interessare anche...

Innanzitutto è bene che nei primi tre mesi ci si limiti ad abbronzarsi durante le prime ore del mattino e si tenga coperta, almeno parzialmente, la pancia con parei o simili, come sottolinea Lucio Massacesi, ginecologo e past president dell'Aogoi (Associazione degli ostetrici e ginecologi ospedalieri italiani): «I parei colorati sono d'obbligo per tutte in spiaggia, specie nei primi tre mesi di gravidanza, quando bisogna proteggere al massimo l'addome, limitando le esposizioni alle prime ore del mattino. Il calore del sole, infatti, produce una congestione che traumatizza il feto».

Anche i bagni non devono essere troppo prolungati: meglio "pucciate" veloci, cambiando, se possibile, il costume con uno asciutto. Sì anche alle passeggiate senza affaticarsi eccessivamente. Inoltre, per favorire la circolazione delle gambe e combattere fastidiosi gonfiori si può dedicare mezz'ora al giorno a delle rilassanti camminate in acqua, con le gambe immerse fino all'altezza delle cosce. In generale, suggerisce l'esperto: «L'acqua fa bene, aiuta a sciogliere le contratture muscolari e aumenta la scioltezza. Cautela, però, se si è negli ultimi due mesi, per evitare parti prematuri».

Per quanto riguarda l'alimentazione, è utile bere molta acqua e fare il pieno di vitamine con succhi di frutta non zuccherati, frutta fresca e verdura di stagione: un ottimo mix per combattere caldo e disidratazione. Da evitare, invece, anche per non ingrassare, le bevande gassate e zuccherate, e i pasti troppo pesanti, che in più affaticano la digestione. Senza per questo rinunciare a qualche gratificazione, come i gelati alla frutta o delle fresche granite.

E tu, come hai passato o stai passando l'estate con il pancione?

Foto di omnia_mutantur

Ti potrebbero interessare anche...

articoli correlati