Incinta a 19 anni

Incinta a 19 anni, la storia del mio indimenticabile parto naturale

Di mammenellarete
neonato

30 Giugno 2015 | Aggiornato il 17 Settembre 2018
Rimasi incinta a 19 anni. Io e il mio ragazzo non eravamo sposati, dovevamo ancora terminare gli studi e temevamo la reazione dei nostri genitori. Per fortuna ebbi una gravidanza tranquilla, senza nausee né disturbi. Ad agosto scoprimmo di aspettare una bambina, che nacque con un indimenticabile parto naturale. Ora la mia bambina ha quasi sei mesi, il suo sorriso è la mia gioia. Il mio ragazzo sta continuando l'università, io forse potrò cominciarla a settembre. 

Facebook Twitter Google Plus More

Ho sempre avuto un forte istinto materno, fin da piccola. Tant'è che, il giorno in cui scoprii di essere incinta, faticai a crederci. Era un pomeriggio di maggio dello scorso anno.

 

Un piccolo ritardo e subito due linee sul testAvevo solo 19 anni. Mi chiesi se sarei stata una brava mamma. Quante paure... Io e il mio ragazzo non eravamo sposati, dovevamo ancora terminare gli studi, temevamo la reazione dei nostri genitori. Io avevo moltissima paura del parto.

 

Ma tra me e lui l'amore era troppo grande. La nostra nuova famiglia era lì, si stava già creando e questo ci diede la forza di andare avanti. Di fronte al fatto compiuto, i nostri genitori entrarono nel panico e rimasero scossi per qualche settimana, preoccupati per il nostro futuro.

 

Per fortuna ebbi una gravidanza tranquilla, senza nausee né disturbi. Ad agosto scoprimmo di aspettare una bambina. La amavamo già moltissimo.

 

Giunse il giorno del termine, ma non accadde niente. Durante la notte, però, le prime contrazioni si fecero sentire. Ero giovane, ma sapevo di potercela fare, per LEI. Il mio ragazzo era sempre vicino a me, pronto a tutto.

 

Sentivo che in quel momento ci stava dando tutto l'amore che poteva, e per questo non lo ringrazierò mai abbastanza. Dopo qualche ora di travaglio in casa, durante il quale fui assistita da un'ostetrica, entrammo in ospedale e andammo subito in sala parto.

 

Dolori strazianti, contrazioni continue. Iniziarono le spinte e mi iniettarono ossitocina per accelerare il parto. Diedi alla luce mia figlia naturalmente, alle due del pomeriggio.

 

L'appoggiarono immediatamente su di me. Era così piccola, così delicata. Fu il giorno più bello della mia vita. Ancora piango ripensandoci e auguro a chiunque la possibilità di amare così tanto.

 

Non permettete che la paura vi allontani dai vostri figli, armatevi di forza e di amore e nessuno potrà mai fermarvi.

 

Ora la mia bambina ha quasi sei mesi, il suo sorriso è la mia gioia. Il mio ragazzo sta continuando l'università, io forse potrò cominciarla a settembre. E i nonni... chi è più felice di loro?

 

di mamma anonima

 

(storia arrivata alla pagina Facebook di Nostrofiglio.it)

Incinta a 16 anni: il mio parto prematuro 

Incinta a 19 anni: ero spaventata ma felicissima 

Incinta a 19 anni: ho deciso di non abortire

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it  

LE ULTIME STORIE