incinta a 18 anni

Incinta durante l'esame di maturità

Di mammenellarete
mamma_giovane_incinta1

26 Maggio 2014
Ciao a tutte, mi chiamo Giulia e ho 19 anni. Ho un bellissimo bimbo di 10 mesi. Vi racconto la mia storia.
Inizio il mio quinto anno di superiori e a novembre, al mio diciottesimo compleanno, scopro di essere rimasta incinta.
Io e il mio compagno siamo fidanzati da 4 anni e decidiamo di continuare la gravidanza. I genitori di lui sono subito contenti, i miei lo sono un po' di meno, mia madre si arrabbia perché pensa che non potrò finire la scuola e mio padre (il nostro rapporto era già allora freddo) non si interessa molto.

Facebook Twitter Google Plus More

Continuo ad andare a scuola, che è distante 50km da casa, anche se a metà gravidanza la ginecologa mi suggerisce di riposare perché il mio utero si contrae troppo e rischio un parto prematuro. Con i professori e con mia madre decidiamo che è opportuno che io frequenti un po' di meno, andando a scuola soltanto per le prove importanti e che io continui a prepararmi a casa per la maturità.

Continuo a vivere la mia gravidanza e, più vado avanti, più mi rendo conto dell'esperienza spettacolare che sto facendo! Il mio piccino si muove un sacco, io e il suo papà ci parliamo sempre e andiamo avanti nonostante gli sguardi a scuola e i cattivi commenti delle persone.

A fine giugno faccio l'esame di maturità, a 8 mesi di gravidanza, e fila tutto liscio! Senza più nessun pensiero io e il mio compagno viviamo l'ultimo mese di gravidanza, facendo passeggiate e mangiando tanti gelati!

(LEGGI ANCHE: Mamma giovane, incinta mentre stavo studiando)

Un venerdì sera ci mettiamo a parlare, confrontandoci su quale giorno nascerà il nostro piccino, se per la data prevista (23 luglio) o prima, ed ecco che... mi si rompono le acque!

Dopo un bagno mi preparo ed andiamo in ospedale, dove a mezzanotte mi ricoverano e mi suggeriscono di riposare, dicendomi che le contrazioni possono arrivare da un momento all'altro, ma non succede niente per tutta la notte e per tutto il giorno dopo.

Sabato sera decidono di indurmi il parto con il gel: nel giro di un'ora partono le contrazioni, ma non mi dilato abbastanza, allora dopo qualche ora mi fanno una seconda induzione. Alle 4 di mattina mi portano in sala parto dove mi raggiunge il mio compagno. Ricordo di aver fatto dentro e fuori dalla vasca di acqua calda per calmare le contrazioni (a me è stato molto d'aiuto!!) fino alle 9 di mattina. Il momento è quasi arrivato: alle 9:16 di domenica 14 luglio, dopo le ultime dolorose spinte, nasce il mio piccolo Dennis! Tutto il dolore e la stanchezza passano appena ho il mio piccolo tra le braccia, è la cosa più bella del mondo.

Adesso il mio bimbo ha 10 mesi, abitiamo tutti e 3 dai miei suoceri perché siamo senza lavoro, ma speriamo presto di trovare una casa tutto nostra.

La gravidanza mi ha cambiato la vita, ma rifarei questa esperienza altre 1000 volte! Dennis mi regala ogni giorno bellissimi sorrisi e abbracci!

Da mamma Giulia.

Messaggio arrivato per email a redazione@nostrofiglio.it

Ti potrebbe interessare:

Tutte le storie sul parto
Dolori del parto: il vostro punto di vista
Papà in sala parto: sì o no?
Tutto sul parto

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

LE ULTIME STORIE