Mamma dopo i 40

Incinta a 42 anni. Sono una mamma stanca ma felicissima

Di mammenellarete
mamma

19 Novembre 2018
Sono una mamma di 48 anni e sono felice di essere sempre stanchissima. Mi sono sposata tardi a causa di problemi familiari e ho avuto la mia bimba quando avevo 42 anni. Se potessi tornare indietro, non cercherei una gravidanza così tardi. Comunque questa vita, la mia vita, è andata così. Se potete e se avete trovato il giusto marito, i figli fateli presto.

Facebook Twitter Google Plus More

Sono una mamma felice di essere sempre stanchissima. il mio cammino fino ai 35 anni è stato un cammino pieno di problemi gravi. La mia è sempre stata una famiglia semplice, ma problematica. Ho perso in pochi mesi mamma e papà in modo traumatico. Non racconto i dettagli per rispetto anche di mia sorella.

 

Sì, a 35 anni ero stufa. Vivevo in una casa fatiscente e il mio condominio era pieno di gente poco raccomandabile. Decisi di riprendere la mia vita e di cominciare a fare quello che volevo davvero, ossia una famiglia che si ama. Decisi di vendere quello schifo di posto e di andare in un posto migliore.

 

Così presi una casa nuova e mi trasferii. Poco tempo dopo conobbi un uomo che mi fece completamente impazzire, simpatico, bello, intelligente e rispettoso. Me ne innamorai e, come sempre, feci di tutto per averlo. Ci riuscii, in linea con il mio carattere.

 

Io avrei fatto figli con lui dopo due anni, ma per motivi più che validi aspettammo fino a che lui non mi disse di sì. Per lui era un atto di grande amore nei miei confronti, voleva essere sicuro perché con la storia prima moglie non aveva vissuto una bella esperienza.

 

Decidemmo di farlo il mese di luglio del 2011. Mi dissi: "Melania se non rimani incinta entro fine anno lascia perdere". A settembre invece ero incinta, eravamo felicissimi, fu una maternità stupenda. Lo chiamavo "cecio" perché "fagiolino" è da tutti. Eppure quando scoprii il sesso mi resi conto che "cecio" non era proprio adeguato... ma, insomma, chi se ne frega.

 

A mezzanotte del 26 meggio 2012 andai in bagno e persi acqua, chiamai mio marito e glielo dissi. Andammo in ospedale, dove continuai a perdere "acque" e mi spaventai addirittura per la quantità in uscita.

 

L'infermiere compilò la cartella e chiese: "Quanti anni ha?" Io gli dissi: "42". E lui mi rispose: "Ah, mamma attempata!". E io gli risposi: "Sì, ma non si vede!!!" Poi il travaglio, un male fortissimo, mio marito sempre con me. Ma io sono coraggiosa, non gridavo perché non ci riuscivo proprio.

 

Alle 17.31 del 27 maggio 2012 nacque il nostro amore, ALESSIA, che era grigia perchè aveva bevuto il liquido. Me la portarono via, piangeva tantissimo e fortissimo. Le dissi da lontano: "ALESSIA non piangere". Quando era nel pancione le parlavo sempre e la chiamavo di continuo, ci scherzavo insomma.

 

In quel momento esatto, dopo che avevo pronunciato il suo nome, girò il viso verso di me, mi sorrise senza denti e smise di piangere. La presi tra le braccia e tutt'ora, dopo sei anni, non riesco a vivere senza un suo abbraccio o senza il suo odore.

 

Mi piace tanto, è bella, intelligente, educata, vispa e sopratutto sana. JNon tutte le donne della mia età hanno questa fortuna. Ora ho 48 anni, sono felice di essere sempre stanca, anche se è dura da sola. Ho un marito splendido, che fa tutto senza neanche dirglielo, ci amiamo e amiamo la nostra bambina.

 

Se tornassi indietro nel tempo, citofonerei a mio marito all età di 25 anni, perché i figli si fanno prima. Certo, bisogna avere la fortuna di trovare un uomo giusto. Cosa che a me è successa tardi.

 

Ho voluto un figlio per coronare un grande amore e per avere qualcosa di solo nostro che ci unisca per sempre. Non si fanno figli solo perché li si desidera, si fanno anche per saldare un amore che ci deve essere e che deve essere vero.

 

La cosa positiva di fare un bambino quando si è più grandi è che conosci molte cose in più. Ma la cosa negativa è che quando la piccola avrà 20 io ne avrò circa 60, non potrò aiutarla per molto altro tempo e questo è terribile da pensare.

 

Comunque questa vita, la mia vita, è andata così. Nella prossima vita spero di riuscire a fare tutto molto prima per potermi goder la bimba il più possibile. Se potete e se avete un giusto marito e padre, i figli fateli presto. Si godono di più. Parola ed esperienza di mamma attempata e felice!

 

di Valeria

 

(storia arrivata sulla pagina Facebook di Nostrofiglio.it)

Leggi anche: Mamma a 40 anni. Incinta quando non ci speravo più e La misteriosa signora vestita d'azzurro, angelo custode del "cuore" di mia figlia 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it

LE ULTIME STORIE